MALAWI: La giustizia impedisce il contenimento

MALAWI: La giustizia impedisce il contenimento
Fonte immagine: g2r

È una decisione senza precedenti. La giustizia in questo paese dell’Africa meridionale ha sospeso il contenimento ordinato dal capo dello stato. A condizione che i più vulnerabili siano protetti

MALAWI – La giustizia ha appena impedito il contenimento della popolazione decretata dal presidente. Questo paese dell’Africa meridionale è stato uno degli ultimi nel continente a rilevare i pazienti Covid-19, registrando ufficialmente circa 20 casi al 30 aprile. Peraltro, quando il presidente Peter Mutharika ha annunciato il 15 aprile che stava ordinando il confinamento della popolazione per tre settimane, la rabbia si è letteralmente espressa per le strade di diverse città in tutto il paese.
“I commercianti di Blantyre e Mzuzu [la seconda e la terza città più grande del paese] hanno manifestato dopo l’annuncio del piano di contenimento. Sono quindi inziati gli incendi prima di essere dispersi dalla polizia “, scrive la BBC. “Hanno spiegato che sarebbe impossibile per loro sostenere le loro famiglie se fossero costretti a rimanere a casa. Anche le associazioni religiose hanno protestato, dicendo che stava calpestando la libertà di culto ”.
Trattata dalla Coalition for the Defence of Human Rights (HRDC), il 17 aprile, “l’alta corte di giustizia ha preso la decisione senza precedenti di sospendere la decisione del governo fino a quando non sarà fatto nulla per i più poveri” , continua il sito web della radio britannica.

Ora ha deferito la questione alla Corte costituzionale e ha ordinato che la sospensione del parto rimanga in vigore fino a quando la corte suprema del paese non prenderà la sua decisione, che dovrebbe durare diverse settimane.
“Al momento, le persone sono ancora occupate: i mercati sono aperti e città e villaggi sono affollati. Ma il nostro giornalista nella capitale, Lilongwe, sottolinea che il comportamento è cambiato. All’ingresso dei negozi, ci sono secchi d’acqua, sapone e disinfettante “, ha detto la BBC.

“Peter Mutharika cede alla pressione”, titola il quotidiano del Daily Times del Malawi giovedì. Il governo ha annunciato un piano di emergenza per i più poveri. Almeno 172.000 delle famiglie più vulnerabili, o il 35% della popolazione urbana secondo le autorità, riceveranno entro la fine della settimana l’equivalente di 43 euro al mese per i prossimi tre mesi, ha detto il giornale.

Il sistema giudiziario del Malawi ha già dimostrato di recente la sua indipendenza. All’inizio di febbraio, la Corte costituzionale ha annullato le elezioni per un secondo mandato del presidente. Una decisione salutata come storica. La votazione deve essere organizzata di nuovo il 2 luglio, ma senza precedenti campagne elettorali, a causa del virus Covid-19.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook