Coronavirus: a Wuhan la situazione migliora ma la popolazione rimane sotto osservazione

Coronavirus: a Wuhan la situazione migliora ma la popolazione rimane sotto osservazione
Fonte immagine: g2r

Da mezzanotte del 25 marzo, la provincia di Hubei sarà gradualmente in grado di riprendere progressivamente il traffico con le altre province, come annunciato dalle autorità provinciali, trasmesse dal quotidiano di Pechino Xin Jingbao. I veicoli saranno in grado di lasciare le località al di fuori del comune di Wuhan, nonché le persone che hanno superato un esame medico e ottenuto un certificato.

WUHAN – “La città di Wuhan continua ad applicare le regole di contenimento”, come confermano le autorità della provincia. È consentita unicamente una graduale revoca delle restrizioni di movimento per i residenti di alcuni quartieri considerati “senza coronavirus”. I contatti con l’esterno sono ancora al momento ragionevolmente limitati per l’intera città e le procedure di evacuazione per i residenti non permanenti del comune non inizieranno fino all’8 aprile, secondo il programma. Nel comune, la ripresa dei lavori sarà convalidata caso per caso dopo attente considerazioni, “a seconda del grado di pericolosità epidemica delle aree considerate”. La ripresa delle lezioni negli istituti di istruzione rimane rinviata a una data successiva ancora da stabilire.

I lavoratori negativi tornano al sud

L’insieme di queste misure sono esplicitamente destinate a rilanciare l’economia di Hubei, che è stata letteralmente frantumata da due mesi di reclusione, iniziata il 23 gennaio. A partire dal 19 marzo, due treni speciali hanno inviato 1.631 lavoratori dalla stazione di Jingzhou, una città ad ovest di Wuhan, alle imprese nella provincia del Guangdong, secondo il Guangming Ribao. Queste persone di Jingzhou erano state precedentemente sottoposte a un test genetico per Covid-19, dando loro un “numero di certificato sanitario” digitale.

Tale servizio è stato sviluppato ad Hangzhou, nello Zhejiang, a febbraio, e inserito nei servizi del gigante digitale Alibaba, spiega il quotidiano ufficiale. Pertanto, come i primi dipendenti di aziende della Cina orientale che hanno testato il sistema, “40.000 lavoratori di Hubei sottoposti a questa procedura torneranno presto alle loro stazioni di lavoro” nel sud del paese, conferma il quotidiano.

Gli esperti dell’epidemia sono ancora preoccupati

La ripresa del movimento delle persone segue da vicino le dichiarazioni ufficiali che riportano una crescita zero nei casi Covid-19 in Hubei per quattro giorni consecutivi. Tuttavia, ogni giorno vengono rilevati casi di contaminazione asintomatica, compresi dieci a Wuhan, afferma la rivista economica Caixin.

In un articolo descritto come esclusivo, il sito web del settimanale cita una fonte interna ai team di prevenzione e controllo del coronavirus inviati a Wuhan. Secondo la fonte, che ha richiesto la copertura dell’anonimato, le persone diagnosticate come infette quando non si sentono male vengono immediatamente sottoposte a screening perché sono state in contatto con persone malate o hanno lavorato in zone di quarantena. Tuttavia, le persone infettate senza sintomi sono escluse dalle cifre rese di pubblico dominio, specifica questa fonte, aggiungendo: “Per il momento è impossibile dire che la contaminazione si è fermata”. La rivista riporta che 12.000 medici e personale medico che sono venuti per aiutare Hubei sono partiti dal 17 marzo, l’aspetto peggiore della crisi è passato Ma il team di specialisti nel controllo delle epidemie di malattie infettive è rimasto, perché le autorità centrali non sono calme, in gran parte a causa della presenza di individui asintomatici “.

Da febbraio, per ordine della National Health Commission, le persone infette ma asintomatiche non sono state considerate casi confermati, nonostante la commissione raccomandasse l’isolamento per quattordici giorni per queste persone considerate contagiose, secondo l’articolo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook