Elezioni presidenziali: Bloomberg punta sul voto degli afroamericani

Elezioni presidenziali: Bloomberg punta sul voto degli afroamericani
Bloomberg - Foto: Texas Tribune

HOUSTON – Il miliardario americano Michael Bloomberg ha continuato la sua tattica politica offensiva giovedì con l’intento d’incantare l’elettorato afroamericano, che sarà decisivo nella scelta del candidato democratico che sfiderà Donald Trump per le elezioni presidenziali di novembre

“Questo mese guardiamo indietro e celebriamo insieme la storia nera, perché la storia nera fa parte della storia americana”, ha dichiarato l’ex sindaco di New York sul mese della black history dal museo Buffalo Soldiers, dove lanciò la sua campagna “Mike for Black America”.

La manifestazione ha segnato la sesta visita di Mr. Bloomberg in Texas da quando ha partecipato alle nomination democratiche a novembre. Con 19 dipendenti permanenti e oltre 150 dipendenti locali, Michael Bloomberg ha aumentato il suo personale più di qualsiasi altro candidato democratico in Texas confermando l’importanza di questo Stato. Questo stato in effetti è fondamentale durante le primarie democratiche perché distribuisce un numero molto elevato di delegati –228 -, più di tutti i primi quattro stati che votano a febbraio. Il candidato democratico che ha ottenuto la maggioranza dei delegati (1.991) sarà scelto per rappresentare il partito di fronte a Donald Trump.

Più di ogni altro, Michael Bloomberg ha investito la sua fortuna personale in campagne pubblicitarie: quasi $ 300 milioni a livello nazionale, di cui circa $ 29 milioni in Texas, secondo le statistiche di Kantar / Campaign Media Analysis Group. La campagna del 77enne magnate dell’informazioni finanziaria in Texas pone particolare enfasi sulla popolazione afroamericana.

Durante la sua ultima visita a Houston (capitale dello Stato), alla fine di gennaio, Bloomberg aveva già menzionato un programma economico per proprietari e uomini d’affari afroamericani. Giovedì sera, il nono uomo più ricco del mondo, secondo Forbes, ha ribadito le sue scuse per gli arresti e le perquisizioni arbitrari e della polizia di New York (“stop-and-frisk”) di cui fino ad ora era un ardente difensore in nome della lotta contro il crimine.”L’ho difeso ma con il senno di poi, ho capito il dolore involontario che ha causato alle giovani famiglie afroamericane ed ispaniche e ai loro bambini”, ha detto.

Questa controversia per la quale l’ex sindaco di New York si è scusato a novembre 2019 è appena riemersa grazie a una registrazione circolante sui social network, e retwittata questa settimana da Donald Trump, dove sentiamo M Bloomberg dire: “Metti i poliziotti dove si trova il crimine, nei quartieri dove vivono le minoranze”.

Bloomberg è stato difeso giovedì dal forte sostenitore del Texas, il sindaco democratico afroamericano di Houston, Sylvester Turner: “È importante per me sapere che è stato riconosciuto che questa politica non sia quella giusta … e l’ho sentito “, ha detto Turner, che ha aggiunto:” Le persone non sono giudicate per i loro errori, ma per la loro capacità di ammettere la propria colpa e di lavorare collettivamente per il progresso. “.”Per me, Bloomberg è davvero quello che potrebbe battere Trump. Abbiamo visto tutti cosa sta succedendo in questo paese, alla Casa Bianca, e abbiamo bisogno di un’alternativa”, ha detto Niiobli Armah, un pensionato presente anche nel pubblico. Alla luce di questi eventi, ll miliardario ha visto chiaramente il suo punteggio salire nei sondaggi da quando è entrato in corsa, raggiungendo anche il terzo posto nella media dei sondaggi di opinione condotti attraverso l’intero paese.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook