Virus: la Cina decreta la quarantena di undici milioni di persone

Virus: la Cina decreta la quarantena di undici milioni di persone
Foto: Business insider

Le autorità cinesi hanno deciso di mettere in quarantena la città di Wuhan, l’epicentro della nuova epidemia. Non solo ospita undici milioni di persone, ma milioni di viaggiatori l’hanno attraversata negli ultimi giorni.

PECHINO – “Si assume la responsabilità, mantiene la linea di prevenzione e si impegna a contenere la diffusione dell’epidemia. GO WUHAN! ”Così recita il quotidiano locale Chutian Dushibao, che dedica 12 pagine all’epidemia e che, come il resto della stampa locale, illustra il suo messaggio di foto del personale medico mobilitato e determinato. “A partire dalle 10 di oggi, gli autobus e le metropolitane di Wuhan smettono di funzionare”, ha confermato il giornale. “L’aeroporto, la stazione ferroviaria e le corsie di uscita sono tutte chiuse”. “Tutte le uscite della città sono sorvegliate, nessuna macchina e nessuna persona deve uscire “. E infine, “il comune richiede l’uso di maschere nei luoghi pubblici”.

Fonte infografica: Tiscali notizie

Tutti i media si stanno mobilitando su questo argomento: alla fine della sua trasmissione, la sera del 22 gennaio, Yue Nan, presentatore sul canale televisivo economico di Hubei Jingji Pingdao, ha indossato una maschera ricordando le necessarie misure di prevenzione. Questa sequenza è stata consultata da un gran numero di utenti Internet cinesi ed è arrivata prima nella classifica di ricerca su Weibo, un social network cinese. La presentatrice si è sentita in dovere di fare un chiarimento sul suo account Weibo: non si trattava di presentare le notizie della televisione indossando una maschera, ma di fare una dimostrazione.

Le tre stazioni di Wuhan, Hankou e Wuchang, che servono l’area metropolitana di Wuhan, “hanno visto 299.600 passeggeri in partenza il 22 gennaio, di cui 93.000 dalla sola stazione di Wuhan”, secondo sina.com, citando cifre delle autorità ferroviarie. Un conteggio del 19 gennaio indicava che “quattro milioni di persone hanno lasciato Wuhan in treno, su strada o in aereo durante i primi 10 giorni del periodo dei” viaggi di primavera “, durante i quali i cinesi vanno dalle loro famiglie per celebrare il capodanno, secondo il sito web locale di Changjiang Wang. Otto milioni di persone in tutto erano passate per Wuhan con i mezzi pubblici.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook