Stati Uniti: Obama onora nel “Memorial Day” i caduti e i soldati in Afghanistan

Stati Uniti: Obama onora nel “Memorial Day” i caduti e i soldati in Afghanistan

ObamaIl Presidente Americano Barack Obama ha segnato il “giorno della memoria” di tutte le guerre condotte dagli Stati Uniti, onorando gli americani che combattono in Afghanistan fino al ritiro delle truppe previsto per il 2014.

In un discorso carico di emozioni, tenuto nel cimitero di Arlington, nei pressi di Washington D.C, il presidente Obama ha reso omaggio agli ultimi caduti in Afghanistan, nell’occasione del “Memorial Day”, giorno di festa negli Stati Uniti.

“Anche se voltiamo la pagina di un decennio di conflitti, anche se guardiamo al futuro, non dimenticheremo mai, nel momento in cui ci riuniremo qui, che la nostra Nazione è ancora in guerra”, ha dichiarato Obama.

“Sempre meno sono i soldati impiegati in Afghanistan, è un progresso del quale sono fiero e profondamente riconoscente. L’anno prossimo festeggeremo l’ultimo giorno del ricordo della nostra guerra in Afghanistan”, ha dichiarato il Presidente degli Stati Uniti alludendo al ritiro militare americano dal paese previsto per l’anno prossimo. In totale, 2.228 americani hanno trovato la morte in Afghanistan secondo il sito specializzato icasualties.com, circa la metà dei soldati americani uccisi in Iraq.

Washington che ha impiegato le truppe in Afghanistan dopo l’attentato dell’11 settembre 2011, per combattere Al Qaeda e lottare contro i terroristi, si appresta a porre fine al più lungo conflitto della sua storia.

Tuttavia gli Stati Uniti hanno ancora 66.000 soldati impiegati nel paese. Circa 34.000 saranno rimpatriati quest’anno e la quasi totalità da qui alla fine dell’anno prossimo. Circa un milione di militari potrebbero comunque restare per continuare ad appoggiare le forze armate afgane.

di Manuel Giannantonio

28 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook