Borse americane in rialzo. Le novità dal fronte societario

Borse americane in rialzo. Le novità dal fronte societario

le_floor_de_Wall_street-500x375Gli indici azionari americani hanno chiuso la seduta in significativo rialzo grazie soprattutto alle nuove misure di stimolo all’economia da parte del governo cinese e all’accelerazione della crescita dell’Eurozona nel secondo trimestre dell’anno in corso. Il Dow Jones ha fatto registrare un guadagno pari al 2,42%, l’S&P 500 ha fatto segnare un +2,51% e il Nasdaq Composite un +2,73%.
Sul fronte societario Strategic Hotels & Resorts ha aumentato il valore delle sue azioni del 3,46%. Il fondo Blackstone Group ha messo sul piatto 14,25 dollari per azione, pari complessivamente a circa 6 miliardi di dollari debito incluso, per l’acquisto specializzato negli investimenti immobiliari nel settore alberghiero.
Procter & Gamble ha guadagnato l’1,75%, mentre SunTrust ha alzato il rating sul titolo del gigante dei beni di consumo a buy da neutral.
Secondo il quotidiano di Tel Aviv Calcalist, Microsoft, che nella seduta di ieri ha fatto segnare un guadagno del 3%, è vicino all’acquisizione di Adallom, azienda israeliana specializzata in cibersicurezza, per una cifra che si aggira attorno ai 320 milioni di dollari.
Concordia Healthcare, gruppo biofarmaceutico, ha annunciato l’acquisto di Amdipharm Mercury per circa 3,5 miliardi di dollari in azioni e contanti.
Ancora, il motore di ricerca cinese Baidu ha sottoscritto un finanziamento da 1,2 miliardi di dollari a Uber, mentre Apple +2,78%, stando a quanto rivelato dal New York Times, potrebbe fare il suo ingresso nel mercato dei videogame attraverso AppleTV.
Novità importanti arrivano anche da IBM: Warren Buffett ha affermato in una intervista alla CNBC che la sua holding Berkshire Hathaway ha aumentato la partecipazione nel colosso informatico nel corso del terzo trimestre.
Infine, General Electric, che nella seduta di ieri ha guadagnato il 3,96%, ha ottenuto l’ok dalle autorità americane ed europee per l’acquisto delle attività energetiche di Alstom, mentre Netflix, il titolo dello specialista dei video in streaming, continua a perdere terreno dopo le indiscrezioni su un possibile ingresso nel mercato dei contenuti originali da parte di Apple.

Giuseppe Ferrara
9 settembre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook