Crypto Art Revolution: perché c’è chi investe milioni in un’opera digitale?

Crypto Art Revolution: perché c’è chi investe milioni in un’opera digitale?

La vecchia distinzione di Adorno tra belle arti e industria culturale non è mai sembrata meno rilevante. L’opera "Everydays: the first 5000" days dell’artista americano Beeple è stata battuta all'asta per la somma record di circa 69 milioni accendendo il dibattito sulla crypto art e la sua natura intrinseca. L'intervista a Alex Estorick, autore della prima opera pubblicata di recente sull’estetica della Crypto Art.
foto-articolo
Cultura - 10 Novembre 2021

di Manuela Travaglini

Condividi: