Emilia Romagna: nuove scosse e allarme caldo

L’Istituto di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha registrato sei nuove scosse nella notte in Emilia Romagna la più forte di magnitudo 3.2 registrata alle ore 00:02 con epicentro tra le province di Modena e Mantova. Le altre scosse  hanno avuto luogo fino alle sei circa del mattino, con magnitudo tra 2 e 2.4 della scala Richter.

Oltre alla paura per e scosse che non smettono è allarme caldo per le 15.212 persone assistite dal  Sistema nazionale di Protezione civile. La stessa protezione Civile in una nota ha dichiarato  che nelle tre regioni colpite dal terremoto gli assistiti si trovano in 46 campi di accoglienza, 59 strutture al coperto (scuole, palestre e caserme, vagoni letto messi a disposizione da Ferrovie dello Stato e Genio Ferrovieri) e negli alberghi che hanno offerto la loro disponibilità grazie alla convenzione siglata con Federalberghi e Asshotel. In Emilia Romagna i cittadini assistiti sono 14.413. Nello specifico, 9.693 sono ospitati nei campi tende, 1.797 nelle strutture al coperto e 2.923 in albergo.

F. E.

19 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook