Costa Concordia: recuperati altri 5 corpi, restano solo due dispersi

Nel relitto della Costa Concordia sono stati recuperati quest’oggi i cinque corpi individuati la scorsa settimana, il conteggio dei dispersi è ora solo di due passeggeri. A comunicarlo, in una nota, il Commissario per l’emergenza che ha specificato che all’operazione hanno partecipato ben 34 subacquei e 15 mezzi navali.

 

Salgono così a trenta le vittime ufficiali, ovvero individuate e recuperate. Nei prossimi giorni continueranno i lavori per individuare gli altri due dispersi grazie anche all’ausilio di due mini-Rov sottomarini. Per capire l’identità dei cinque corpi recuperati oggi sarà necessario l’esame del dna.

Poche le buone notizie date fin ora in merito a questo disastro, l’unica “buona” sta nel scongiurato pericolo di danno ambientale. Dopo aver rimosso tutto il carburante presente sulla nave (che avrebbe potuto causare serissimi danno alla flora e fauna marittima del Tirreno) ora resta da capire quali saranno i tempi per la rimozione del relitto.

Tempi che comunque si preannunciano lunghi e che potrebbero compromettere il turismo sull’isola non solo per questa stagione ma anche per la prossima. Preoccupazioni sono state nutrite fin da subito dagli abitanti dell’Isola del Giglio che in più di un occasione avevano chiesto aiuto, e soprattutto di evitare un altro tipo di turismo, quello macabro messo in atto dai così detti “sciacalli” (persone che si recano sul posto della tragedia per farsi immortalare davanti al relitto).

Nonostante ciò anche qualche commerciante ha ceduto a questa pratica (quella di “giocare” sul dolore e sulle disgrazie) figlia di una degenerazione dei media e della morale italiana: alcuni commercianti da giorni vendevano cartoline dell’Isola del Giglio con sullo sfondo il relitto della Costa Concordia. Fortunatamente il sindaco, Sergio Ortelli, ha subito predisposto il ritiro immediato del materiale affermando che farà rimuovere dall’isola tutto ciò che possa far riferimento in “modo immorale alla tragedia della Concordia”.

Come vedete una tragedia come questa porta con se molteplici risvolti e conseguenze…

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook