Si aggrava la posizione dei due amanti accusati di aver sfregiato un ragazzo con l’acido

Si aggrava la posizione dei due amanti accusati di aver sfregiato un ragazzo con l’acido

Martina Levato e Alexander BoettcherMILANO – Fa ancora parlare il fatto di cronaca che riguarda Martina Levato e Alexander Boettcher, entrambi indagati per l’aggressione avvenuta con un acido lo scorso mese di dicembre a Milano, ai quali sono stati contestati anche altri reati come rapina e ricettazione.

Questi nuovi capi d’imputazione fanno aggravare sempre di più la loro posizione anche perché vi si aggiunge un’altra aggressione, avvenuta sempre con un agente corrosivo a novembre scorso.

Questo nuovo fatto è stato denunciato da G.C., il quale precisava che Martina avrebbe cercato di gettargli addosso del liquido corrosivo, senza però riuscire a colpirlo.

Ora la Squadra Mobile milanese,  coordinata dal pm Musso e dal procuratore aggiunto Alberto Nobile, ha effettuato le perquisizioni alla ricerca di indumenti, oggetti «atti ad offendere» e corrispondenti non solo a quelli indicati da G.C. ma anche da altre persone che hanno subito aggressioni con modalità analoghe. Inoltre sono state eseguite perquisizioni non solo nelle case di Milano e Bollate, ma anche nelle loro rispettive auto.

Ma non è tutto perchè è stata formalizzata una nuova accusa a carico di Martina Levato, che viene accusata anche di lesioni aggravate dalla premeditazione per aver tentato di evirare nel maggio 2014 un altro giovane che aveva avuto una relazione con lei. Deve rispondere anche di calunnia, perché poi disse che era stato il ragazzo a cercare di aggredirla.

Sebastiano Di Mauro
17 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook