Costa Concordia, la procura acquisisce video integrale del Tg5

Ieri un video trasmesso in esclusiva dal Tg5 ha permesso di ripercorre quanto successo la notte del 13 gennaio scorso con gli occhi di chi si trovava in plancia di comando: caos, poca professionalità e comandante inerte, in preda al panico. Il video risale alle 22:15, quando sono passati circa 30 minuti dall’urto con le Scole.

Dal filmato si può vedere come Francesco Schettino passi la maggior parte del tempo al telefono, molto probabilmente con la Costa Crociere, con Roberto Ferrarini a cui dice “praticamente ci sta uno squarcio… Credo”. Schettino non sa cosa fare, tanto che a dettare suggerimenti sul da farsi e possibili comandi è un’altra persona. Il Comandante ha aspettato quanto più possibile prima di dare l’allarme generale. Schettino domanda dopo aver capito la gravità di quanto successo: “A che profondità siamo qua?” qualcuno risponde: “Cento metri”
Così Schettino, come ormai noto, decide di portare la nave sotto l’isola e poi dare l’evacuazione. Ma è troppo tardi, sono le 22:25, qualcuno gli dice: “Comandante, i passeggeri stanno cominciando ad entrare nelle scialuppa”, Schettino prima dice “Vabbuò” e poi decide che è meglio aspettare di scarrocciare il più possibile vicino all’isola, affermando “Al limite ci sediamo sul fondo”.
Ormai la Concorda si è incagliata al Giglio, è passata più di un ora dall’urto: sono le 22:32 quando finalmente qualcuno, forse lo stesso Schettino dice: “Devo dare l’emergenza generale”. Solo alle 22:56 saranno calate le prime scialuppe.

Vi proponiamo il servizio trasmesso ieri sera dal Tg5:

Intanto quest’oggi all’isola del Giglio le operazioni sono sospese per maltempo, per lunedì è previsto l’inizio dell’estrazione dei carburanti presenti sulla nave.

Aggiornamento delle ore 20:20

Salvatore Parascandola, uno dei difensori del comandante della Costa Concordia Francesco Schettino, ha affermato che il filmato trasmesso dal Tg5: “non ci dice nulla di nuovo su quello che è successo e non cambia la posizione del comandante Francesco Schettino”. Parascandola aggiunge che il video: “non fa altro che confermare quanto detto da Schettino  e cioè che erano presenti in plancia al momento dell’impatto anche altri ufficiali, che era il comandante a dare le disposizioni e che aveva avvertito prontamente la compagnia Costa Crociere”.
Intanto la Procura di Grosseto ha acquisito il filmato integrale (comprensivo della parte trasmessa questa sera) ed originale del video trasmesso ieri sera dal Tg5, secondo il procuratore Francesco Verusio: “il video è di sicuro interesse investigativo, è una specie di rappresentazione teatrale della plancia di comando quella sera e anticipa l’incidente probatorio sulla ‘scatola nera’ il 3 marzo. Il video conferma in qualche modo, ad eccezione dei dettagli, la prima ricostruzione dei fatti ottenuta tramite le testimonianze degli ufficiali di plancia che abbiamo sentito, alcuni anche più di una volta”.
Ora la procura visionerà il filmato in versione integrale, senza tagli in modo da poter, aggiunge Verusio: “verificare certe testimonianze. Abbiamo sentito gli ufficiali in plancia più di una volta e questo filmato può fornire importanti riscontri ai loro racconti”.

_

Enrico Ferdinandi

11 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook