Costa Concordia: ripresi i lavori per estrazione carburanti

Sono riprese questa mattina all’alba i lavori di preparazione per l’estrazione delle 2.400 tonnellate di carburanti presenti sulla Costa Concordia. Tempo permettendo l’estrazione dovrebbe cominciare lunedì, in via precauzionale attorno al relitto della nave sono costantemente presenti almeno quattro navi antinquinamento sempre pronte ad intervenire.

Sono anche riprese le ricerche dei dispersi, gli speleo-sub però quest’oggi hanno anche cercato di riportare il sorriso ad uno dei “piccoli” naufraghi presenti sulla nave lo scorso 13 gennaio, si tratta di un bambino che era in viaggio con il papà, da quando la madre era morta portava sempre con se un peluche, un amico inseparabile. Appena lo hanno saputo gli speleo-sub dei vigili del fuoco hanno provato a cercarlo e con molta fortuna lo hanno trovato. Una piccola bella notizia che fa da contorno a uno scenario di morte e possibile disastro ambientale. Sono almeno 16 le persone ancora disperse che potrebbero trovarsi sulla nave, con il passare delle ore si fanno sempre più difficili le possibilità di trovarli e per i parenti delle vittime questo è un ulteriore dolore.

Enrico Ferdinandi

9 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook