Orrore a Motta Visconti: madre e 2 bimbi trovati sgozzati in casa

Orrore a Motta Visconti: madre e 2 bimbi trovati sgozzati in casa

madre-bimbi-trovati-morti-dal-marito-in-casaUna scena dell’orrore è stata scoperta nella notte in una villetta di via Ungaretti a Motta Visconti in provincia di Milano. Una giovane madre, 38 anni e due bimbi, una di 4 anni e l’altro di 20 mesi sono stati trovati sgozzati in casa. A dare l’allarme, intorno alle due, il marito Carlo Lissi, 31 anni, di ritorno dalla partita dell’Italia che aveva visto con alcuni amici.

I corpi della madre, Cristina Omes e dei due bimbi Giulia e Gabriele presentavano ferite verosimilmente procurare con un coltello, ma dell’arma del delitto nessuna traccia in casa. I carabinieri del Comando provinciale di Milano stanno indagano in ogni direzione e non si esclude nessuna pista. Il procuratore capo di Pavia, Gustavo Cioppa, che dirige le indagini, ha riferito non esservi, al momento, elementi sufficienti per ipotizzare un omicidio-suicidio, ma l’ipotesi di una rapina finita nel sangue non sembra avere molta consistenza.

Ora, dopo i primi rilievi effettuati dalla sezione scientifica dei carabinieri di Milano, si attende per l’arrivo del Ris di Parma per effettuare ulteriori analisi sulla scena del delitto che potrebbero aprire nuovi scenari d’indagini, facendo emergere indizi concreti.

Cristina, molto conosciuta in paese, lavorava come impiegata alle assicurazioni Sai a Motta ed era un un’attivista all’oratorio e, prima della nascita del secondo figlio faceva la volontaria in Croce Rossa.

Carlo, invece, è un economista che lavora a Milano e i due, sposati da 6 anni, vivevano con i loro bimbi nella villetta di un solo piano, con un grande giardino davanti, di proprietà della famiglia di lei, che la madre della donna, alla morte del marito, aveva lasciato a disposizione della figlia e del genero.

Sebastiano Di Mauro
15 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook