Carte d’identità false usate da minorenni per entrare in discoteca

Carte d’identità false usate da minorenni per entrare in discoteca

L’ultima moda tra i minori è entrare in discoteca con carte d’identità false per bere alcolici.

La polizia elvetica ha scoperto a Lugano una baby band, composta da un 18enne e un 17enne di nazionalità svizzera e domiciliati nel Luganese, che con una banale stampante e un software di elaborazione di fotografie producevano false carte d’identità italiane che poi rivendevano a coetanei minorenni a 40 franchi al pezzo per un introito di 2,400 chf.

I due giovani sono stati denunciati alla magistratura per i minorenni, per falso e sono stati altresì identificati 37 minorenni che hanno acquistato e utilizzato i documenti falsi per poter entrare nei locali pubblici e comprare alcolici. Tutti i minorenni identificati sono stati denunciati, così come sono state anche sequestrate 15 carte di identità italiane false.

Fatti analoghi sono stati riscontrati anche in varie città italiane, dove il fenomeno si sta diffondendo dando sfogo alla voglia di trasgressione dei giovani, con conseguenze immaginabili, motivo di apprensione tra i genitori, che si ritrovano ora con un problema in più da affrontare per i loro adolescenti.

Sebastiano Di Mauro
31 maggio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook