Disposto arresto per dell’Utri, ma lui è già latitante

Disposto arresto per dell’Utri, ma lui è già latitante

Berlusconi: Dell'Utri, da Virus "trappolone", non so un tuboMancano pochi giorni alla sentenza definitiva che dovrà pronunciare la Corte di Cassazione, sul processo a carico di Marcello Dell’Utri, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, ma l’ex senatore è già irreperibile. Già nei mesi scorsi per due volte la Corte d’appello di Palermo aveva respinto la richiesta di divieto d’espatrio avanzata dal proc. generale Luigi Patronaggio.

Due giorni fa la richiesta di arresto è stata accolta e la terza sezione della Corte d’appello di Palermo, in attesa della sentenza che dovrà decidere se confermare la condanna in appello a sette anni di carcere, ha emesso un ordine di custodia cautelare, per pericolo di fuga, che però non è stato possibile eseguire. Ieri gli uomini della Squadra mobile di Milano non hanno potuto far altro che accertare la sua irreperibilità.

Da una intercettazione telefonica del fratello gemello di Dell’Utri, Alberto, che dice ad un imprenditore di “accelerare i tempi”, si potrebbe ipotizzare il fatto che Dell’Utri si sia rifugiato in un paese estero tra la Repubblica Dominicana, Guinea Bissau o Libano, ma quello più accreditato sembrerebbe la Guinea che concede facilmente i passaporti diplomatici.

Redazione Milano
11 aprile 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook