Milano piange la scomparsa di Carlo Castellaneta, 83 anni, scrittore, giornalista e intellettuale

Milano piange la scomparsa di Carlo Castellaneta, 83 anni, scrittore, giornalista e intellettuale

Carlo Castellaneta scrittore, giornalista e intellettualeLa scorsa notte è scomparso lo scrittore e giornalista, Carlo Castellaneta. E’ morto la scorsa notte all’ospedale di Palmanova (Udine) all’età di 83 anni, per una sopraggiunta complicazione di una polmonite, che stava curando. Ad annunciare la triste scomparsa sono stati i figli, Dario e Paola, e la seconda moglie, Caterina.
Carlo Castellaneta, di origini milanesi, ha vissuto nella città meneghina fino a circa 10 anni fa, poi  si era trasferito in Friuli insieme alla famiglia.
Primo di quattro fratelli ha collaborato come correttore di bozze alla Mondadori. Numerosi i romanzi  che sono usciti dalla sua penna e sono stati tradotti in inglese, francese, spagnolo e tedesco. Il primo, «Viaggio col padre», è stato pubblicato da Mondadori nel 1958, e l’ultimo «Gridando: avanti Savoia!», sempre di Mondadori, è del 2007.
Castellaneta è stato anche presidente del Museo Teatrale della Scala e tra le sue opere, figurano, «La Paloma», «Notti e Nebbie» da cui è stata tratta una serie televisiva, «L’età del desiderio».
L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, appresa la notizia, ha commentato così in una nota stampa:” Milano saluta con grande affetto e riconoscenza uno dei suoi cittadini più illustri, che ha amato moltissimo la nostra città.
Carlo Castellaneta, scrittore, giornalista, inviato e intellettuale è stato un autentico appassionato di Milano, della sua storia, delle sue strade, della sua gente.
Molti i suoi lavori dedicati alla nostra città, dove era nato nel 1930: da “Storia di Milano” a “La mia Milano”, da “Milanesi si diventa” ad “Amare Milano”, fino ad arrivare alle 500 pagine del “Dizionario di Milano in 600 lemmi”. Titoli che, tradotti in diverse lingue, hanno fatto conoscere la nostra città al mondo”.
Anche il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia,  ha commentato la scomparsa dicendo: “Carlo Castellaneta non solo era milanese, ma ha raccontato nei suoi libri e nei suoi scritti l’amore per Milano, ne ha raccontato luoghi e caratteristiche che ancora oggi possiamo riconoscere. La sua narrazione, attraverso le emozioni e la storia, ci ha accompagnato in questi anni ed è quanto di più bello ci abbia lasciato. Castellaneta, che ha ricevuto la Medaglia d’Oro di Civica Benemerenza nel 1977, ha dedicato gran parte delle sue opere a Milano e ha vissuto con passione la nostra città quale presidente del Museo teatrale della Scala e collaborando ad esempio con il Corriere della Sera. Oggi Carlo Castellaneta ci ha lasciato, ma lo ritroveremo in ogni pagina che in questi anni ci ha regalato”.

Sebastiano Di Mauro
28 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook