Massimo Di Cataldo indagato dalla Procura di Roma per maltrattamenti e procurato aborto

Massimo Di Cataldo indagato dalla Procura di Roma per maltrattamenti e procurato aborto

Laura MillacciDopo che l’ex compagna Anna Laura Millacci la scorsa settimana aveva postato sul suo profilo Facebook alcune foto che la ritraevano sanguinante al naso e con alcuni lividi in volto, la Procura di Roma indaga Massimo di Cataldo per maltrattamenti e procurato aborto.
Sulla vicenda ora sta indagando la procura di Roma, per i fatti risalenti allo scorso ottobre e la cui procedibilità, stante i reati contestati, è d’ufficio. Il fascicolo processuale è stato affidato al pm Eugenio Albamonte, che ha già acquisito agli atti  la documentazione medica della donna che attestava l’avvenuto aborto.
Le foto che ritraevano il volto della donna e anche il presunto feto abortito a seguito alla violenza subita, ora non sono più online, ma avevano fatto il giro del web e della stampa nazionale, suscitando reazioni  e polemiche controverse, tra chi si schierava a favore o contro la decisione di pubblicarle sul social.
I due durante l’interrogatorio si sono accusati reciprocamente. La donna già nel suo post aveva sostenuto di non voler denunciare Di Cataldo, ma di aver messo online gli scatti per convincere parenti e amici, delle violenze subite, a cui nessuno voleva credere.
L’artista dal suo canto si è difeso fin dal primo momento negando tutto; Inoltre in merito alla vcenda affermava: “Sto già prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito”. Aggiungendo ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c’è la mia dignità di uomo. La verità verrà a galla”.

Sebastiano Di Mauro
22 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook