Omicidio Rea: ecco le telefonate e i messaggi che Salvatore Parolisi e Ludovica si scambiavano di nascosto

di Roberto Mattei

Ascoli Piceno, 25 luglio 2011 – Dopo l’arresto di Salvatore Parolisi con un mandato di custodia cautelare in carcere per l’omicidio della moglie Melania, sono state rese pubbliche le conversazioni telefoniche e via Facebook tra il caporalmaggiore di Frattamaggiore e l’amante Ludovica Perrone. Quella che vi proponiamo di seguito, è l’intercettazione telefonica avvenuta l’8 maggio 2011, dopo l’audizione della donna da parte degli inquirenti. L’uomo chiama la soldatessa da una cabina telefonica sapendo di avere il telefono cellulare sotto controllo. Ha i soldi contati e deve racimolare tanti spiccioli, di volta in volta, per poter parlare con la spasimante.

L: pronto?

S: Si, allora senti me, abbiamo tutte e due il telefono sotto controllo quindi é inutile stare qui a perdere tempo… .

L: Si amò io ti devo parlare, sono stata undici ore con quelle persone, undici ore… .

S: Allora… (incomprensibile), ho capito… si, ho capito,  l’avevo capito, non sono stupido, allora il problema è che la mamma, la mamma… pero’ sapevano… alla fine è la verità… lei mi ha beccato e lei gliel’ha raccontato, quindi loro sanno quella cosa lì, altre cose non le sanno e non le sa nessuno, sono frottole che mi sono inventato pure io capisci, quindi… allora senti a me, senti a me non mi far parlare, non mi far parlare… qua uno può insinuare qualsiasi cosa, io non ho torto un capello a Melania capisci? …. qua si sta parlando di una cosa che va oltre, cioè, non se ne frega nessuno di Salvatore, di Ludovica, se sta male, se non sta male. Qua è stata fatta una cosa schifosa, capisci è? E quindi pensano che sia io, capisci? … oppure sei stata tu, questo voglio dire a te… .

L: Da questo momento in poi viene riportata una lunga conversazione di Parolisi senza le risposte di Ludovica poiché durante l’intercettazione, per problemi tecnici, la voce della donna non viene registrata.

S: Ho capito… ho capito… dicendo quello che gli hai detto penseranno che sia stato io… capisci?… non e’ vero, quello l’hanno inventato per farti… capisci, capisci, tu queste cose qua non le capisci… perché non è vero niente, non è vero niente, di quello che stanno a dì i giornali e tutto… senti, senti ho finito i soldi, io purtroppo non ho più i soldi… non posso fare niente… perché è inutile, è inutile, sentono questa conversazione chissà che cazzo pensano, che io stia facendo complotto, io non devo far complotto con nessuno… capisci? … ho capito, ho sbagliato io, ok io ti ho preso in giro, ti ho preso in giro avrò modo comunque di parlarti a quattrocchi e di dirci tutte quelle cose… ok… ho capito, che tu gli hai raccontato tutto, hai sbagliato, hai sbagliato perché loro non sapevano un cazzo… stai zitta fammi finire di parlare nel senso che loro, non sapevano niente, ho sbagliato… stai zitta, stai zitta… stai zitta, stai zitta… stai zitta, che io non ho raccontato niente ok, addirittura ti ho anche nascosto…  eh… lo so… lo so, lo so… si sono presi il computer, io ti ho mandato i messaggi, lo so, lo so, incomprensibile… lascia stare, lascia stare… ho capito tante cose, nel senso… che avevamo solo un rapporto di amicizia e basta, non è che gli dovevi dire tutti tutti sti caz… ho capito pure il messaggio che… ho capito… ho capito… ho sbagliato io, io ti ho mentito, io ho sbagliato tutto lo capisci?… pero’ comunque non c’entro un cazzo, con quello che e’ successo a Melania… l’hanno uccisa io voglio capire chi e perché, e se conoscevano qualcosa di me capisci? Ci sto, ci sto sbattendo la testa da quindici giorni, non dormo la notte, non sto mangiando… ma secondo te volevo metterti in quella situazione per farti tutti ‘sti casini, queste cose qua le chiariamo da vicino… capisci?… capisci? Sii, una persona intelligente, sii, una persona intelligente… io non ti devo spiegare niente, io voglio che tu accenda sto cervello, devi accendere sto cervello, devi accendere…

L: Tu vuoi togliere te dai guai, non me...

P: No no no, non mi tolgo io dai guai non ho nessun guaio da cui togliermi, hai capito? Perché io non ho fatto niente di quello che mi si vuole accusare. Ti entra in testa anche a te sì o no?

L: A me non me ne frega niente di quello che dicono… però tu mi devi rispondere soltanto a una domanda Salvatore.

P: Ti ho detto che ne parleremo da vicino.

L: Da vicino?… io non ci arrivo a parlare con te perché ti giuro io mi ammazzo prima, tu non ti rendi conto.

P: Non fare cretinate, anche io ci ho pensato già in questi quindici giorni. Sono stato dieci giorni senza mangiare…

L: Rispondimi: io a te ti conosco? Io a te non ti conosco.

P: Tu dimmi solo quello che è e poi ci penserò io a cosa dire in televisione, a come modificare le cose.

L: Io ho raccontato i due anni della mia storia con te, quante volte e anche quando è successo che lei mi ha chiamato, perché quelli lì lo sapevano già, mi hanno detto: «ora non dirci che questa non ti ha chiamato».

P: Lo so, ci hanno giocato anche i familiari suoi (di Melania) avevano fatto un patto con me e poi mi hanno tradito alle spalle…

L: Ascolta un attimo me. Io gli ho detto tutta la verità, tutto dei nostri due anni, da quando hai cominciato a chiamarmi. Ho detto che mi sono innamorata di questa persona. Era sposato, va bene, ho sbagliato, abbiamo sbagliato tutti e due perché non siamo riusciti a chiudere la nostra storia (piange). Gli ho detto che tu ti volevi separare, però non ho mai detto che la sera prima della scomparsa… incomprensibile.

Questo è uno dei punti più cruciali di tutta la telefonata poiché non si capisce cosa sia accaduto la sera prima della scomparsa di Melania. Gli stessi inquirenti stanno ancora cercando di capire di cosa si tratti. Il dialogo tra i due prosegue e Salvatore cerca di tranquillizzare Ludovica.

P: Quando uscirà  tutta la verità  sapranno che non sono stato io… ho capito…ho detto allora lascia stare ti ho detto lascia stare non mi chiamare più , non mi mandare messaggi perché é inutile, capisci?…peggiori solo la mia situazione, peggiori tante cose…io non ho torto un capello a Melania, io non ho fatto niente di tutto quello che loro…

L: Da questo momento in poi viene riportata una lunga conversazione di Parolisi senza le risposte di Ludovica poiché durante l’intercettazione, per problemi tecnici, la voce della donna non viene registrata.

S: Ho capito, ho capito… dico, loro pensano questo perché dicono… ecco, questo qua per togliersi dal cazzo la moglie…l’ha ammazzata, per prendersi l’altra, capisci…? Questo pensano loro… allora tutto quello che ti ho detto lascia stare ok? … ti ho mentito, è così, va bene? Ho sbagliato, ho fatto tutto, poi dopo io… troverò il modo di contattarti, di fare quello che… però mi devi fare sistemare queste cose……stanne fuori, stanne fuori, non fare dichiarazioni… ascoltami, ascoltami… che non ho più soldi… ascolta… non hai rovinato niente… perché tu ne stai fuori, non c’entri un cazzo di quello che è successo, come io non c’entro un cazzo, con quello che è successo… nooo, no, no, no, no, no, tranq….allora tranquillizza i tuoi, tranquillizza tutti, non è successo niente, ok? … tu non c’entri un cazzo… e stanne fuori… a me… lo so, lo so, non ti preoccupare, non ti preoccupare, non ti preoccupare, ok? … poi quando uscirà tutta fuori la verità… quando uscirà fuori tutta la verità… sapranno che non sono stato io… a te più nessuno ti chiederà niente, come neanche a me, capito?… sarò io martoriato non tu, capisci?… allora, allora… aspetta, vedi… porc.. porca troia ti sto a di, che ho finito i soldi, non ho più una lira non so più come chiamarti, ok? … ti ho detto che io, poi, troverò il modo di parlare a quattr… . Cade la linea improvvisamente ma dopo qualche secondo la telefonata prosegue.

L: Allora io, allora forse tu non hai capito io non voglio che tu non c’entri niente, anche loro mi hanno detto che se tu avessi detto subito… non avrebbero puntato così tanto su di te… se avessi detto subito la cosa come sta… (incomprensibile)

L’impressione che si ha leggendo questa “frammentaria” intercettazione telefonica è che la stessa soldatessa nutrisse dei seri dubbi sull’innocenza dell’uomo. E non si tratta di un caso isolato, visto che anche gli inquirenti, nel faldone consegnato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, risaltano proprio questa particolarità. Ma la “mazzata” più grande per il caporalmaggiore arriva da Facebook, quei messaggi scambiati tra i due amanti pochi giorni prima dell’omicidio e che Parolisi si era affrettato a cancellare proprio il giorno dopo la scomparsa della moglie ma che gli investigatori sono riusciti a recuperare grazie a una rogatoria internazionale. Sul noto social network il militare era presente col nome utente di “Vecio Alpino”.

Ludovica 2011-03-10 22:29:04 UTC …ti penso sempre.. voglio la mia vita con te.. ma la voglio fatta per bene… senza più doversi nascondere… ti immagino con me sempre… spero che tu riesca a fare tutto quello che mi hai detto… e spero che l’avvocato protegga subito la tua posizione… ma soprattutto spero che tu tra pochissimo sia libero di essere solo mio…

Ludovica 2011-03-12 14:09:01 UTC …parli di cose che sappiamo da tempo ma senza dirmi se hai fatto realmente e concretamente qualcosa… lo so che basta la tua convinzione… devi fare le tue valigie, andartene e cominciare ad avviare la cosa in maniera legale… senza se… senza ma… senza altro tempo… sono passati 2 anni direi che sono anche troppi… devo rielencarti le persone che conosco che si sono lasciate e separate in pochi mesi…? Nn mi sembra il caso… io spero che tu stia già parlando e stia già chiudendo tutto… poi se vuoi stare con me bene.. .altrimenti io nn voglio proprio sentire la parola… “ancora un pochino di pazienza”… non esiste… non devi ammazzare nessuno… devi lasciare una persona che non ami e con cui non stai più bene da una vita…

Vecio Alpino 2011-03-15 14:52:51 UTC amoruccio mio nn devi stare in ansia io ho quasi risolto tutto ho trovato anche un accordo con lei e le cose stanno andando per il verso giusto mi serve solo un altro po di tempo sicuramente non riuscirò ad essere li da te questa settimana ma ti garantisco che ormai è fatta noi potremmo presto coronare i nostri sogni come posso ti chiamo scusami se in questi giorni non ho potuto… ma ti racconto tutto al telefono poi ti amo non perdere la fiducia in me manca poco ti amo.

Ludovica 2011-03-15 16:23:41 UTC…mi viene la rabbia solo a leggerla quella frase… “manca poco..” ma cosa???????? Me lo stai dicendo da mesi!!!!!! E nn sei stato capace neanche di liberarti per questo fine settimana… e stiamo al 17 marzo!!!!!!! Ripetermi che mi fai schifo è poco!!!!!! Ti avevo giurato che se nn venivi dopo tutto il tempo che ti ho dato x me finiva qui… e cosi è! perché a differenza tua quando faccio una promessa io la mantengo! La corda la stai tirando da troppo tempo.. e quando si ama davvero non ci si comporta in questo modo! Sei l’ennesimo fallimento… il peggiore di tutti.. e ti giuro sulla mia vita che stavolta io nn torno indietro.. le stronzate valle a raccontare a qualcun’altra… io sono satura e finita..

Vecio Alpino 2011-03-16 18:14:26 UTC sei arrabbiatissima ed è normalissimo ma dammi la possibilità di spiegarmi a telefono ti devo dire solo due cose sabato sicuramente ti chiamerò e parleremo se vorrai ascoltarmi fai bene a trattarmi cosi me lo merito dopo tutto quello che ti ho promesso è normale che tu ti comporta cosi con me l’odio e significato di amore quindi vuol dire che qualcosa di buono sto coglione ti ha dato ti chiedo solo di ascoltarmi per chiarire sabato e dopo prenderai le tue decisioni

Vecio Alpino 2011-03-16 22:03:31 UTC…hai ragione quando mi dici che bastava fare le valigie e tutto finisce ma non è proprio cosi i legali sono dei pezzi di merda per non dire i giudici o di chi ha fatto questo schifo di legge del cazzo che sono tutte per la donna e nessuna per l’uomo… mi tocca dagli anche altri soldi che tu sai che mi dovevano arrivare e ci sono visto la comunione dei beni che ho fatto… in piu non c’è l’immediatezza di accettarlo da parte sua quindi dovrò pure accudirla fino alla separazione sempre se poi lei accetterebbe allora ho abbassato la testa ed ho trovato un accordo con lei molto più tranquillo… .

Ludovica 2011-03-16 22:07:55 UTC a me nn me ne frega niente nè dei soldi nè degli accordi nè della legge che tu e il tuo avvocato nemmeno conoscete xkè tu nn gli devi una lira ed ora che questa si trovi un lavoro!!!!!!! O tu te ne vai di casa subito o è finita per sempre basta nn ci sono alternative.

Ludovica 2011-03-16 22:34:14 UTC...io nn accetto che tu continui a vivere con lei e a stare con lei te ne devi andare punto non ci sono alternative.. ma devo dirtelo io che sei l’ultimo uomo sulla faccia della terra che tratt la persona che dice di amare dopo 2anni ancora così??? Per cosaaaaaaa??????? Per dei schifosissimi soldi!!!!!!!! Cosa prevede questo accordo????? Che vivi con lei per ancora altro tempo???? Fino a pasqua?? Fino a che nn te ne vai da ascoli??? Fino al secondo compleanno di vittoria??? Fino a quando ancora vuoi trattarmi come una pezza???? O meglio pensi di farlo.. xkè tanto tu sei tanto sicuro che la cretina poi ti riprende no???.. Io ho 26 anni.. quasi 27.. e voglio la mia vita la mia felicità oraaaa!!!!!! Ho perso anche troppo tempo e nn è stato giusto… io nn voglio più pagare per i tuoi errori.. oraaa e nn tra altre settimane altri mesi.. se nn sei capace.. se nn hai il carattere.. se sei una persona che con lei sa solo abbassare la testa.. lo sarai ora come tra 10anni.. e allora ogni volta ti piegherai.. soccomberai… per carità… nn so che farmene di una vita con un uomo cosi… nn mi cercare più… te lo chiedo per favore BASTA.

Da questi dialoghi si evince chiaramente la doppia vita di Parolisi e le pressioni che Ludovica faceva sull’uomo affinché lasciasse la moglie una volta per tutte. Potrebbe esser stata proprio questa insistenza ad aver indotto l’uomo a concepire l’atto estremo, anche se gli investigatori non escludono un litigio avvenuto sul luogo del delitto.

Adesso è caccia al misterioso telefonista.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook