LA CASA SUL MARE | La heimat di Robert Guédiguian

LA CASA SUL MARE | La heimat di Robert Guédiguian

La recensione di La casa sul mare

Applaudito all’ultima Mostra di Venezia, esce oggi in sala  La casa sul mare, il nuovo film di Robert Guédiguian (Marius e Jeannette; Marie-Jo e i suoi due amori).
Un periodo laborioso questo, per il regista marsigliese, che oltre ad essere impegnato al canonico tour di presentazione del film – facendo tappa anche a Roma in occasione del Randez-Vous 2018 – è nelle sale anche in veste di produttore con Il giovane Karl Marx.

E quasi in una sorta di omaggio alla terra madre, Guédiguian ambienta il suo nuovo lavoro in una pittoresca villa affacciata sul mare di Marsiglia, in cui tre fratelli si ritrovano attorno all’anziano padre ormai malato.
Angela (Ariane Ascaride) fa l’attrice e si è trasferita a Parigi, Joseph (Jean-Pierre Darroussin) è un aspirante scrittore innamorato di una ragazza che ha la metà dei suoi anni, e Armand (Gérard Meylan), l’unico a vivere ancora in paese, gestisce il piccolo ristorante di famiglia.


L’occhio cinematografico di Guédiguian racconta le loro vite in maniera garbata, fondendo le delusioni esistenziali ad una continua nostalgia costruita intorno all’idea di casa, intesa come vera e propria heimat.
Il «ritorno in patria» è cadenzato da una ritmicità legata alla risacca del mare, ai rumori della natura, ad una malinconia che culla la depressione cronica dei suoi personaggi.  
Angela, Joseph e Armand sentono il peso del tempo che passa, si muovono come degli attori di teatro che, ormai schiacciati dal peso delle maschere che un tempo interpretarono, camminano sul palcoscenico in maniera stanca, trascinata.

Il teatro in cui i tre fratelli si muovono è proprio calanque de Méjean, che lo stesso Guédiguaian definisce «un set abbandonato, malinconico e bellissimo».
Ma dietro le quinte di quel proscenio naturale si consuma un passaggio di testimone tra il passato ed il futuro. Tre bambini, arrivati dal Nord-Africa sopravvivendo ad un naufragio nel Mediterraneo, vengono ritrovati e nascosti proprio nella atrabile villa.

Un Sobornost laico pervade ora la vecchia casa, in cui i tre fratelli sembrano essere chiamati ad un ultima grande prova attoriale. Rispolverato è il baule dei costumi di scena, un nuovo bagliore scintilla negli occhi dei redivivi signori.
Del resto, perché arrendersi ad uno spettacolo mal riuscito, se poi il sipario non si è ancora chiuso del tutto?

Voto: 8.5/10

Dati tecnici di La casa sul mare

TITOLO: La casa sul mare
TITOLO ORIGINALE: La villa
USCITA: 12 aprile 2018
REGIA: Robert Guédiguian
SCENEGGIATURA:Robert Guédiguian, Serge Valletti
DURATA: 117′
GENERE: drammatico
PAESE: Francia, 2017
PRODUZIONE: Robert Guédiguian
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Parthénos
FOTOGRAFIA: Pierre Milon
MONTAGGIO: Bernard Sasia
CAST: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook