QUANTO BASTA | Una commedia garbata sulla diversità

QUANTO BASTA | Una commedia garbata sulla diversità

Di film che parlino in maniera intelligente e con un pizzico di ironia di diversità e disabilità in Italia se ne fanno pochi, purtroppo. Ecco perché di fronte a Quanto basta di Francesco Falaschi facciamo prima di tutto un bell’applauso per la delicatezza con cui affronta un tema importante come l’autismo. Per averci mostrato ancora una volta quanto le differenze siano un valore aggiunto e una fonte di arricchimento preziosissima. E poi anche per aver diretto un film leggero e lontano da pietismi, trainato da un cast eccezionale e da una coppia di protagonisti molto bilanciata ed in sintonia.

Al centro della storia troviamo Arturo (Vinicio Marchioni), uno chef talentuoso finito in galera per rissa e che deve scontare la sua pena ai servizi sociali. Si reca dunque nella comunità dove lavora la psicologa Anna (Valeria Solarino) per tenere un corso di cucina ad un gruppo di ragazzi con la sindrome di Asperger. Tra di loro si fa subito notare Guido (Luigi Fedele), un aspirante cuoco che ha ben chiaro come realizzare il suo sogno: partecipare ad un talent culinario. L’amicizia tra lo chef e il ragazzo si fa sempre più forte, e nonostante l’odio che Arturo nutre nei confronti della manifestazione e dei programmi di cucina, decide di accompagnare Guido. L’evento si trasformerà in occasione di crescita non solo per il giovane ma anche per Arturo, poiché il rapporto di amicizia e fratellanza che verrà a crearsi cambierà i destini di entrambi.

In un paese come l’Italia, ormai assuefatto a tutti quei programmi sulla cucina dove a farla da padrone è lo stress e la pressione, Quanto basta si prende tutto il tempo necessario per arrivare allo spettatore. Nel film la tranquillità regna sovrana, sia nei tempi comici sia nello sviluppo dell’amicizia tra i due protagonisti. E questo si rispecchia anche nel tema principale, la cucina. La visione personale del cibo e della gastronomia che hanno Arturo e Guido è tradizionalista, legata a quei sapori spontanei della terra che in Quanto basta si materializzano nelle calde e accoglienti colline della Toscana. Le imposizioni della società moderna, dove la ricercatezza nei piatti si spinge fino ai limiti del ridicolo, vengono fuggite con sguardo compassionevole e divertito. Marchioni e Fedele delineano con estrema bravura e generosità due personaggi appartenenti a mondi distanti, ma che nel rigore della loro cucina trovano un emozionante punto d’incontro.

Arturo e Guido si accompagnano a vicenda nel loro viaggio di crescita, ognuno bisognoso del supporto dell’altro. E mentre il ragazzo scopre lentamente il mondo che lo circonda, lo chef una volta aggressivo e scontroso può guardare alla vita con nuovi occhi e da una diversa prospettiva, con gioia rinnovata nello svolgere il proprio lavoro.

 

VOTO 7

 

Dati tecnici di Quanto basta

TITOLO: Quanto basta
USCITA: 5 aprile 2018
REGIA: Francesco Falaschi
SCENEGGIATURA: Filippo Bologna, Ugo Chiti, Francesco Falaschi, Federico Sperindei
DURATA: 92’ minuti
GENERE: commedia
PAESE: Italia, 2018
CASA DI PRODUZIONE: Notorious Pictures, Verdeoro, Rai Cinema, TC Filmes, Gullane
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Notorious Pictres
FOTOGRAFIA: Stefano Falivene
MUSICHE: Paolo Vivaldi
MONTAGGIO: Patrizio Marone, Simone Manetti
CAST: Vinicio Marchioni, Valeria Solarino, Luigi Fedele, Nicola Siri, Mirko Frezza, Benedetta Porcaroli, Alessandro Haber, Gianfranco Gallo, Lucia Batassa, Giuseppe Laudisa

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook