OLTRE LA NOTTE | Diane Kruger protagonista di un dramma elettrizzante

OLTRE LA NOTTE | Diane Kruger protagonista di un dramma elettrizzante

Un barbaro attentato, il dolore della perdita e la ricerca instancabile di giustizia. Oltre la notte racconta una storia sconvolgente, la vita di una donna andata in frantumi per colpa di un’ideologia folle che continua a mietere vittime. Il regista tedesco Fatih Akin dirige un film tragicamente necessario: come egli stesso specifica nei titoli di coda, gli attacchi di matrice neonazista ai danni delle minoranze etniche in Germania continuano incessanti, e non sempre la giustizia riesce a svolgere il suo corso. Purtroppo, quello che si riesce a intravedere “oltre la notte” è veramente solo buio pesto.

Katja (Diane Kruger) vive ad Amburgo con suo marito Nuri e il loro figlioletto Rocco. L’uomo di origine curda, dopo aver scontato qualche anno in prigione per spaccio, ha avviato un’attività di assistenza fiscale nel quartiere turco della città. Una mattina Katja lascia il bambino in ufficio col padre per godersi un po’ di tempo libero con un’amica. Al suo ritorno la donna trova decine di auto della polizia a sbarrarle la strada: il negozio del marito è stato completamente distrutto da un ordigno artigianale lasciato lì davanti e Nuri e Rocco sono rimasti uccisi. Sconvolta dall’accaduto, Katja si rivolge all’avvocato di famiglia Danilo per riuscire ad incastrare i sospettati, una giovane coppia facente parte di un’associazione neonazista. Il processo spinge la donna fino al limite della sopportazione, ma per lei non esiste alternativa: vuole ad ogni costo avere giustizia.

Il dramma in tre atti (ognuno col proprio sottotitolo) di Fatih Akin è profondamente inquietante. La tragedia narrata porta con sé un messaggio che è impossibile ignorare: una richiesta d’aiuto e di vicinanza nella lotta contro gli estremismi nuovamente dilaganti non solo in Germania, ma in tutta Europa. Perché la rete creata dai partiti per tutelarsi a vicenda è di un’efficienza sconcertante, e la giustizia fatica fin troppo per arrivare alle giuste condanne. Quello che colpisce artisticamente in Oltre la notte è l’interpretazione di Diane Kruger, grazie alla quale ha ricevuto il Prix d’interprétation féminine al Festival di Cannes 2017. L’attrice tedesca è in grado di fornire una performance incredibile grazie alla sua abilità nello spaziare all’interno di un vasto spettro di emozioni, mettendo in scena prima la disperazione e il travaglio per la perdita dei suoi affetti, poi la determinazione e la fierezza nella ricerca di giustizia.

Oltre la notte non offre una rapida conclusione né una sicura via d’uscita. La strada percorsa è ardua, il racconto è di una crudezza impressionante. Tuttavia, film così coraggiosi che giocano col fuoco e tentano di domarlo sono sempre necessari, perché il risveglio delle coscienze può e deve passare anche attraverso il cinema d’autore.

 

VOTO 7

 

Dati tecnici di Oltre la notte

TITOLO: Oltre la notte
TITOLO ORIGINALE: Aus dem Nichts
USCITA: 15 marzo 2018
REGIA: Fatih Akin
SCENEGGIATURA: Fatih Akin, Hark Bohm
DURATA: 106’ minuti
GENERE: drammatico, thriller
PAESE: Germania, 2017
CASA DI PRODUZIONE: Bombero International, Macassar Productions
DISTRIBUZIONE (ITALIA): BiM Distribuzione
FOTOGRAFIA: Rainer Klausmann
MUSICHE: Josh Homme
MONTAGGIO: Andrew Bird
CAST: Diane Kruger, Denis Moschitto, Johannes Krisch, Ulrich Tukur, Samia Chancrin, Numan Acar

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook