BIGFOOT JUNIOR | Animation movie ecologista e dall’animo indie

BIGFOOT JUNIOR | Animation movie ecologista e dall’animo indie

La recensione

Adam è un bambino di 13 anni che da qualche tempo ha notato dei cambiamenti nel suo corpo. La peluria sembra crescere veloce, i piedi all’improvviso sono diventati enormi, indizi che mai lo avrebbero portato a pensare di essere Bigfoot Junior.

La madre di Adam, Shelly, gli ha infatti tenuto nascosto che suo padre in realtà è il misteriosissimo essere che si nasconde nelle foreste del Nord America, alimentando da sempre curiosità e leggende. E così, un po’ per delusione, un po’ per rabbia, ma soprattutto per curiosità, Adam si avventura alla ricerca di papà Bigfoot.

Ciò che più salta agli occhi vedendo questo appassionante film d’animazione è la volontà da parte  degli sceneggiatori, Carl Brunker e Bob Barlen, di voler raccontare una storia che non strizzi l’occhio soltanto al pubblico più giovane. Certo, alcuni stilemi del genere restano presenti ed imprescindibili (la purezza degli animali parlanti, l’attenzione alla questione ecologista), ma sembrano essere l’humus su cui coltivare una critica ben più articolata al mondo contemporaneo, a quel pianeta che un giorno i nostri figli dovranno abitare con coscienza. 


E dunque, ciò che appare chiaro sin dalle prime sequenze del cartone è che i giovanissimi di oggi vivono sempre più in una situazione stile Thirteen Reasons Why, minacciati dal cyberbullismo e dall’invadenza degli smartphone.
Il mondo sembra non essere più idilliaco nemmeno negli animation movie, tant’è che gli stessi protagonisti della storia si ritrovano ad essere bombardati dalle pubblicità di serie tv (la più divertente è la storpiatura Better Call Paul), in un immaginario che spesso ricorda quello di The End of The F***cking World. Non certo per la violenza o la scurrilità delle scene, è chiaro, ma per quella volontà esplicita di porsi come alternativa al cinema a stelle e strisce (anche i protagonisti di quella serie pronunciano frasi tipo «Se così fosse, ora saremmo americani!»), spesse volte deridendolo, citando Breaking Bred, Matrix e le esplosioni in stile Marvel.

Insomma, Bigfoot Junior potrebbe essere tranquillamente definito come un indie (animation) movie in cui tutto – anche le musiche – porta a far pensare che forse era meglio prima, negli anni ’90, quando i bambini crescevano al sole e la fantasia era stimolata da ipotetici avvistamenti del Bigfoot!

Voto: 8/10

Dati Tecnici di Bigfoot Junior

TITOLO: Bigfoot Junior
USCITA: 25 gennaio 2018
REGIA: Jeremie Degruson
SCENEGGIATURA:Carl BrunkerBob Barlen
DURATA: 92′
GENERE: Animazione
PAESE: Belgio, Francia, 2017
PRODUZIONE: Ben Stassen
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Koch Media
MUSICHE: Puggy

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook