SUBURBICON | Dove tutto è come sembra

SUBURBICON | Dove tutto è come sembra

George Clooney torna dietro la macchina da presa con la dark comedy “Suburbicon” interpretata dai premi Oscar Matt Damon e Julianne Moore. Il film è stato presentato in concorso all’ultima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e uscirà nelle sale italiane il prossimo 6 dicembre.

La pellicola è ispirata da un triste fatto di cronaca del 1957, quando gli abitanti della cittadina di Levittown in Pennsylvania si rivoltarono contro i coniugi William e Daisy Meyers la cui unica colpa era quella di essere stata la prima famiglia afroamericana a trasferirsi in città.
Mentre scriveva insieme a Grant Heslov un soggetto basato su questi avvenimenti Clooney si ricordò di una sceneggiatura inviatagli dai fratelli Coen nel 1999, un ibrido tra commedia e thriller dalle atmosfere simili a quelle di “Fargo” o “Burn After Reading”, i due decisero così di adattare la storia dei Coen ai fatti di Levittown e dall’unione di queste due idee è nato “Suburbicon”.

La storia è ambientata negli anni ’50 nel ridente sobborgo californiano di Suburbicon, dove tutto appare perfetto e gioioso, l’idillio è però destinato a durare poco, quando una famiglia afroamericana si trasferisce in città gli abitanti di Suburbicon svestono la maschera dell’ ipocrisia per mostrare il loro vero odioso volto xenofobo. Nel frattempo in città si consuma un’altra tragedia, due malviventi fanno irruzione nel cuore della notte in casa di Gardner Lodge (Matt Damon) tenendo in ostaggio lui e la sua famiglia composta dalla moglie disabile Rose (Julianne Moore) il figlio Nicky (Noah Jupe) e la cognata Margaret (sempre Julianne Moore).
Dopo quella terribile notte la vita dei Lodge sarà gettata in una irrefrenabile spirale di violenza. Una violenza che passerà del tutto inosservata agli occhi della cittadina ormai persa in un’assurda escalation di follia, troppo impegnata  a erigere muri e urlare insulti razziali contro i nuovi vicini , perfetti capri espiatori, per accorgersi del vero male che si aggira al suo interno.

Con “Suburbicon” George Clooney sforna un film veramente ben riuscito che funziona su diversi livelli, la regia è precisa, pulita e adatta alla storia narrata, così come la fotografia. La sceneggiatura, in cui si sente chiaramente lo zampino di Joel ed Ethan Coen,  riesce ad essere ironica, divertente e grottesca al punto giusto, grazie ad un climax ascendente e qualche colpo di scena ben piazzato sorprende lo spettatore e ne cattura l’attenzione fin dai primi minuti. Quello che però rende veramente speciale “Suburbicon” è la forza e la profondità del sottotesto che trascende la storia narrata, il film oltre ad essere una brillante dark comedy è anche una splendida riflessione sulla stupidità del razzismo e della xenofobia, mostra chiaramente come l’odio immotivato e l’ignoranza rendano ciechi nei confronti del vero male che sotto una facciata di presunta normalità riesce a nascondersi pur rimanendo sotto gli occhi di tutti.

Matt Damon riguardo al messaggio del film ha affermato che “Suburbicon parla al periodo in cui viviamo, i vicini costruiscono un muro intorno alla casa dove si è appena trasferita la famiglia afroamericana, cercando di impadronirsi del loro piccolo spazio. Ma la vera follia è proprio dietro l’angolo”. Ecco allora che la pellicola diventa anche un messaggio politico che afferma a gran voce l’inutilità della costruzione di muri e divisioni.

Da sottolineare anche la buonissima prestazione da parte degli attori, con Matt Damon e Julianne Moore calati perfettamente nei rispettivi personaggi e un ottima interpretazione del giovanissimo Noah Jupe che ha ricevuto parole di lode da parte di George Clooney. “Ho interpretato il ruolo di un pediatra per cinque anni in ER” ha affermato il regista “lavoravo ogni giorno con piccoli attori, ma non ho mai visto nessuno come lui. Questo ragazzino sa stare davvero davanti alla macchina da presa”.

VOTO: 8

 

Dati tecnici SUBURBICON

 

TITOLO ORIGINALE: Suburbicon

TITOLO ITALIANO: Suburbicon

DISTRIBUZIONE: 01 Distribution

USCITA ITALIANA: 6 dicembre 2017

DURATA: 105 minuti

PAESE e ANNO:  Usa, 2017

GENERE: Commedia

REGIA: George Clooney

SCENEGGIATURA: George Clooney, Grant Heslov, Joel Coen, Ethan Coen

FOTOGRAFIA: Robert Elswit

CAST: Matt Damon, Julianne Moore, Oscar Isaac, Noah Jupe, Glen Fleshler, Alex Hassell  

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook