ASSASSINIO SULL’ORIENT EXPRESS | Salite a bordo… a vostro rischio e pericolo

ASSASSINIO SULL’ORIENT EXPRESS | Salite a bordo… a vostro rischio e pericolo

Sarà al cinema fra pochi giorni eppure già si preannuncia come un grande successo al box office. Assassinio sull’Orient Express al momento ha incassato poco meno di 200 milioni di dollari in tutto il mondo e si appresta a fare il suo debutto in terra nostrana. Diretto ed interpretato da Kenneth Branagh, il nuovo adattamento del romanzo di Agatha Christie si presenta vestito elegantemente e pronto per il gran gala natalizio, risultando tuttavia poco incisivo e soprattutto troppo impantanato nel tentativo di far presa sul più vasto pubblico possibile. Solo la notevole interpretazione di Branagh e il cast d’élite riunito per l’occasione permettono al film di rimanere sui binari e portare a termine la sua corsa senza troppi problemi.

A bordo dell’Orient Express troviamo l’investigatore Hercule Poirot, che dopo aver risolto brillantemente l’ennesimo caso a Costantinopoli si dirige senza fretta a Calais per godersi un po’ di meritato riposo. Sfortunatamente, a causa di un’impetuosa tormenta di neve, il convoglio resta bloccato fra le montagne imbiancate e i passeggeri fanno un’orribile scoperta: uno dei viaggiatori è stato brutalmente accoltellato nella sua cabina di prima classe. Poirot si mette dunque a caccia di indizi, non prima però di aver interrogato uno ad uno tutti gli avventori dell’Orient Express. Quello che scoprirà durante le indagini lo turberà a tal punto da costringerlo a rivedere le sue posizioni sui concetti stessi di giustizia e di colpevolezza.

Kenneth Branagh si diverte immensamente nel delineare la natura eccentrica di Hercule Poirot, offrendo un’interpretazione degna di nota. Ogni piccolo particolare a partire dall’aspetto del buffo ma incredibilmente arguto investigatore contribuisce a forgiare un personaggio solido, cosa che alla luce di un già annunciato sequel ci rende abbastanza fiduciosi per il futuro. Quello che tuttavia lascia a desiderare in Assassinio sull’Orient Express è l‘inconsistenza della regia, probabilmente troppo impallata dalla moltitudine di personaggi da gestire. Il cast di prim’ordine composto tra gli altri da Daisy Ridley, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Willem Dafoe e Judi Dench non aiuta fattivamente a far decollare la pellicola, relegando tutti i grandi attori coinvolti a quelli che risultano essere più che altro dei camei disorganizzati. L’atmosfera natalizia che si respira nel film non è per nulla convincente, come non lo è quella patina scintillante che avvolge l’intero prodotto.

Sarebbe stata preferibile un po’ più di cupezza, un’attenzione quasi maniacale nel rendere al meglio la tensione che si dovrebbe respirare nell’adattamento di un’opera di Agatha Christie. Ma considerando il periodo di uscita del film ci sentiamo in parte di giustificare Assassinio sull’Orient Express, poiché l’esperienza che fornisce è in fin dei conti accattivante e godibile.

E poi è impossibile resistere ai baffoni di Poirot.

 

VOTO 6,5

 

Dati tecnici di Assassinio sull’Orient Express

TITOLO: Assassinio sull’Orient Express
TITOLO ORIGINALE: Murder on the Orient Express
USCITA: 30 novembre 2017
REGIA: Kenneth Branagh
SOGGETTO: Agatha Christie (romanzo)
SCENEGGIATURA: Michael Green
DURATA: 114’ minuti
GENERE: thriller, giallo, drammatico
PAESE: Stati Uniti d’America, 2017
CASA DI PRODUZIONE: Kinberg Genre Films, The Mark Gordon Company, Scott Free Productions
DISTRIBUZIONE (ITALIA): 20th Century Fox
FOTOGRAFIA: Haris Zambarloukos
MUSICHE: Patrick Doyle
MONTAGGIO: Mick Audsley
CAST: Kenneth Branagh, Johnny Depp, Penélope Cruz, Judi Dench, Olivia Colman, Daisy Ridley, Michelle Pfeiffer, Willem Dafoe, Lucy Boynton, Josh Gad, Tom Bateman, Derek Jacobi, Leslie Odom Jr., Marwan Kenzari, Miranda Raison, Adam Garcia, Joseph Long

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook