AMERICAN ASSASSIN | Le origini di Mitch Rapp

AMERICAN ASSASSIN | Le origini di Mitch Rapp

Mitch Rapp è una spia del nostro secolo addestrata a combattere il terrorismo. Questo superagente della CIA è inoltre uno dei personaggi di fiction più popolari del panorama americano contemporaneo. Nato dalla penna di Vince Flynn, scrittore di thriller a stampo spionistico scomparso prematuramente nel 2013, Rapp fa il suo esordio editoriale nel romanzo “Transfer of Power” del 1999 al quale seguirà una fortunata serie narrativa che conta sedici volumi.

Il film “American Assassin” diretto da Micheal Cuesta, in uscita nelle sale italiane il prossimo 23 novembre racconta le origini di questo personaggio ed è la trasposizione cinematografica del romanzo “L’assassino americano” pubblicato nel nostro paese da Fanucci Editore.

La pellicola si apre sulle spiagge di Ibiza, dove lo studente universitario Mitch Rapp è in vacanza con la sua bella fidanzata e dove quest’ultima troverà la morte durante un sanguinoso attacco terroristico. Da questo momento la vita di Mitch cambierà radicalmente e sarà dedicata in tutto e per tutto alla pianificazione di una meticolosa vendetta. Assistiamo così alla nascita di un moderno “Punisher” che ha come obiettivo i terroristi, ma se per il personaggio della Marvel il salto da Frank Castle veterano dei Marines a flagello dei criminali è abbastanza immediato, quello da Mitch Rapp studente del college a implacabile macchina da guerra risulta più difficile da credere.

Ha perciò un ruolo fondamentale per l’evoluzione del personaggio il duro allenamento che Rapp dovrà affrontare per entrare a far parte di una sezione speciale della CIA, dopo mesi di sforzi fisici e psicologici il ragazzo verrà arruolato dal veterano Stan Hurley per un’operazione segreta che si svolgerà tra le strade di Istanbul e Roma, dove sono state girate molte scene del film.

Ad interpretare Mitch Rapp troviamo Dylan O’Brien, Lysa la moglie del defunto Vince Flynn ha apprezzato la scelta, “Per me Dylan è perfetto nella parte” ha commentato “È un ragazzo pieno di passione, disciplinato, intelligente e credo che abbia incarnato Rapp rendendo omaggio alle intenzioni di Vince”. O’Brien riesce a rendere l’idea di fondo del personaggio e del motivo per cui viene ingaggiato dalla CIA, ovvero quello di essere un uomo comune, capace di mimetizzarsi tra la folla, in grado però di compiere gesta straordinarie. Quello che manca nell’interpretazione del giovane attore è invece la capacità di trasmettere a pieno il dolore e la sofferenza del personaggio, forse anche per demeriti della sceneggiatura.

Michael Keaton è invece il cinico e duro veterano della Guerra Fredda Stan Hurley, come al solito l’attore di “Birdman” riesce a stare alla grande davanti alla macchina da presa, canalizzando l’attenzione su di se e portando sullo schermo il personaggio più riuscito e tridimensionale del film.

“American Assassin” è una sorta di storia di formazione che esplora il personaggio di Rapp nelle sue varie fasi, dall’uomo sconvolto dalla perdita della fidanzata, al suo addestramento con la CIA fino alla sua prima difficile missione, ma lo fa senza sorprendere e senza aggiungere niente di nuovo ai film d’azione, a quelli di spionaggio o alle storie di vendetta.

VOTO: 6 1/2

 

Dati tecnici AMERICAN ASSASSIN

 

TITOLO ORIGINALE: American Assassin

TITOLO ITALIANO: American Assassin

DISTRIBUZIONE: 01 Distribution

USCITA ITALIANA: 23 novembre 2017

DURATA: 112 minuti

PAESE e ANNO: Usa, 2017

GENERE: Azione

REGIA: Michael Cuesta

SCENEGGIATURA: Stephen Schiff, Michael Finch, Edward Zwick, Marshall Herskovitz

SOGGETTO: Vince Flynn

FOTOGRAFIA: Enrique Chediak

CAST: Dylan O’Brien, Micheal Keaton, Sanaa Lathan, Shiva Negar, Taylor Kitsch 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook