ROMA 2017 | #Day8: il giorno del documentario su Bob Dylan, tra gli ospiti Vanessa Redgrave!

ROMA 2017 | #Day8: il giorno del documentario su Bob Dylan, tra gli ospiti Vanessa Redgrave!

Trouble no more, di Jennifer Lebeau

Presentato stamattina un documentario che farà senz’altro piacere ai fan di Bob Dylan: Trouble no more di Jennifer Lebeau.
Il nuovo lavoro della regista, già famosa per altri approfondimenti di carattere musicale come Tony Bennet Celebrates 90: The Best is Yet to Come (2016), si concentra in particolar modo su un periodo della storia di Dylan non ancora approfondito dalla critica, quello dell’avvicinamento alla fede avvenuto negli anni ’80.

Recentemente premiato al New York Film Festival, il lungometraggio raduna alcuni filmati inediti dei concerti avvenuti a Buffalo e Buffalo nella primavera del 1980. Un’attenta analisi dei testi, associati agli intermezzi recitativi di Michael Shannon, fa venire a galla l’effettiva svolta artistica del cantautore di Duluth, in un documentario che non chiede altro al suo publico che fermarsi ad ascoltare ed apprezzare canzone dopo canzone ogni singola sfumatura di quelle melodie.

Vanessa Redgrave presenta Sea Sorrow

Altro ospite, altro documentario. Se infatti ieri Ian McKellen era arrivato sul red carpet per presentare il racconto della sua vita, oggi tocca a Vanessa Redgrave, che presenterà il suo lavoro di esordio dietro la macchina da presa.

Sea Sorrow è una straordinaria testimonianza sulle condizioni dei rifugiati che fuggono verso l’Europa.
Mettendosi al centro della storia, la Redgrave racconta nuove esperienze drammatiche in giro per il Mediterraneo e non solo. Londra, l’Italia, il Libano, tante sono le persone intervistate per far luce su uno dei problemi più urgenti e scottanti del nostro periodo storico.

Babylon Berlin: presentati i primi due episodi

Basata sul best seller di Volker Kutscher, Babylon Berlin è la prima serie tv tedesca in cui gli spettatori potranno capire quali scenari animarono l’avvento del nazismo. Attraverso gli occhi di Gereon Rath, il giovane ispettore di polizia di Colonia, si ha uno sguardo attento a quella che era la condizione dei «Ruggenti Anni Venti», caratterizzati da una crisi economica di portata storica, dall’inflazione e dalla nascita di pericolosissimi movimenti anti-sistema.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook