ROMA 2017 | VALLEY OF SHADOWS, un debutto alla regia straordinario

ROMA 2017 | VALLEY OF SHADOWS, un debutto alla regia straordinario

Una fiaba tetra e oscura, in perfetto stile scandinavo: Valley of Shadows è il film scelto per incarnare al meglio la serata di Halloween in questa dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. La scelta è risultata quanto mai appropriata, poiché la storia dal sapore gotico narrata dalla pellicola norvegese è in grado di creare una forte tensione e un potente alone di mistero, andando a scavare nei più reconditi meandri dell’animo umano.

In un piccolo paese della Norvegia vivono Aslak (Adam Ekeli), un bambino di 6 anni, e sua madre Astrid (Kathrine Fagerland). La famiglia ha da poco sperimentato una tragedia che il ragazzo non è in grado di comprendere e alla quale la donna non è in grado di far fronte. Una mattina Aslak e un suo amico scoprono le carcasse dilaniate di tre pecore: la macabra scena sconvolge il bambino e come se non bastasse si convince del fatto che la “creatura” colpevole del massacro si nasconda nell’oscura foresta dietro la sua casa. Deciso a far luce sulla vicenda, Aslak si incammina da solo verso la montagna e si addentra nel sottobosco. Ma quello che troverà al suo interno andrà oltre ogni sua più terribile immaginazione.

Il regista norvegese Jonas Matzow Gulbrandsen, al suo primo lungometraggio, dimostra una grande sicurezza dietro la macchina da presa. Con un’eleganza impressionante Valley of Shadows si prende tutto il tempo necessario per delineare i tratti di una storia che inquieta e sconvolge mentre ci guida in un lugubre cammino dantesco all’interno della minacciosa foresta. L’incantevole fotografia di Marius Matzow Gulbrandsen, fratello del regista, riesce a stregare lo spettatore con la sua tenebrosa compostezza, catturando dei quadri oscuri e misteriosi in cui spicca l’argentea luce lunare. La metafora nascosta nell’odissea di Aslak, che si svela alla nostra comprensione non appena ci si ferma un attimo a riflettere, è custodita al sicuro all’interno delle fortificazioni erette da un comparto tecnico di pregiata fattura. Il tutto incorniciato dalla magnifica colonna sonora diretta dal maestro Zbigniew Preisner (già autore delle musiche di tanti film di Kieślowski), che permea le atmosfere cupe della foresta risuonando tra gli alti alberi che dominano il paesaggio.

 

VOTO 8

 

Dati tecnici di Valley of Shadows

TITOLO: Valley of Shadows
TITOLO ORIGINALE: Skyggenes Dal
REGIA: Jonas Matzow Gulbrandsen
SCENEGGIATURA: Jonas Matzow Gulbrandsen, Clemente Tuffreau
DURATA: 91’ minuti
GENERE: drammatico, mistero
PAESE: Norvegia, 2017
CASA DI PRODUZIONE: Film Farm
FOTOGRAFIA: Marius Matzow Gulbrandsen
MUSICHE: Zbigniew Preisner
MONTAGGIO: Mariusz Kus
CAST: Adam Ekeli, Kathrine Fagerland, Jone Hope Larsen, Lennard Salamon

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook