L’INGANNO PERFETTO | Le spalle possenti di due grandi attori, e niente più

L’INGANNO PERFETTO | Le spalle possenti di due grandi attori, e niente più

È proprio quando un predatore sembra avere tutto sotto controllo che una variabile qualunque può rovinare anche il piano meglio congeniato. Dal 5 dicembre potremo assistere a L’inganno perfetto, diretto da Bill Condon e interpretato da una coppia inedita sullo schermo, i giganti del cinema Ian McKellen e Helen Mirren. Un thriller che prova a trascinare lo spettatore in una storia ben più torbida di quello che sembri, nonostante sia piuttosto evidente fin dai primi minuti che non tutto andrà come previsto. Il problema più grande di questo giochino è la mancanza di emozioni, la totale estraneità e freddezza dei personaggi che li rendono mere sagome da sfruttare per la sola durata del film.

L'inganno perfetto

Roy Courtnay, esperto truffatore finanziario e trasformista, convince le sue vittime a versare ingenti somme di denaro su dei conti cointestati che poi svuota senza troppi problemi. Un pomeriggio l’uomo incontra in un ristorante Betty McLeish, una professoressa universitaria ormai in pensione, dopo averla contattata su un sito di incontri: è la sua nuova preda, e non ha alcuna intenzione di lasciarsela sfuggire. Il piano è sempre il solito, convincere la donna a dividere con lui i suoi ingenti risparmi per poi fuggire col malloppo. Grazie ad una serie di abili stratagemmi, Roy si guadagna lentamente la sua fiducia ed il suo amore, fino a riuscire ad andare a vivere da lei e ad organizzare un viaggio nelle principali città europee. Ma il nipote della professoressa, Steven, non è affatto convinto delle buone intenzioni di Roy ed è più che mai intenzionato a far aprire gli occhi alla malcapitata Betty.

L'inganno perfetto

All’interno de L’inganno perfetto va in scena una sorta di danza tra i protagonisti Ian McKellen e Helen Mirren. Si rincorrono e si superano a vicenda, assestandosi lentamente un colpo dopo l’altro senza mai demordere dai propri obiettivi. È evidente come lo spettacolo messo in piedi da due attori di questo calibro sia comunque godibile, ma più si va avanti alla scoperta dei personaggi, meno le loro azioni diventano credibili ed efficaci. Lo sviluppo della storia viene meno pezzo dopo pezzo, e ci si ritrova sul finale a non saper più da che parte rivolgere l’attenzione per carpire il prossimo indizio. Totalmente spaesati in questo calderone di eventi e colpi di scena, l’interesse viene presto a mancare e restano solo due grandi attori sullo schermo, a recitare seguendo un copione che ha ben poche emozioni da regalare.

 

VOTO 6-

 

Scheda tecnica di L’inganno perfetto

TITOLO: L’inganno perfetto
TITOLO ORIGINALE: The good liar
REGIA: Bill Condon
SOGGETTO: Nicholas Searle (romanzo)
SCENEGGIATURA: Jeffrey Hatcher
DATA DI USCITA: 5 dicembre 2019
DURATA: 110 minuti
GENERE: thriller, drammatico
PAESE: Stati Uniti d’America, 2019
CASA DI PRODUZIONE: New Line Cinema, Bron, 1000 Eyes
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Warner Bros.
FOTOGRAFIA: Tobias A. Schliessler
MONTAGGIO: Virginia Katz
MUSICHE: Carter Burwell
CAST: Helen Mirren, Ian McKellen, Russell Tovey, Jim Carter, Mark Lewis Jones, Jóhannes Haukur Jóhannesson, Celine Buckens, Aleksandar Jovanovic, Phil Dunster, Michael Culkin, Laurie Davidson

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook