VENEZIA 76 non solo film: PREMIO BOOKCIAK, AZIONE! 2019

VENEZIA 76 non solo film: PREMIO BOOKCIAK, AZIONE! 2019

La Biennale Cinema di Venezia non è solo film e proprio alla vigilia del festival dedica uno spazio particolare anche alla letteratura, con un evento, quello dei Bookciak, che coniuga il gusto della lettura e il piacere del cinema.

È l’VIII edizione per Bookciak, Azione!, evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori (il 27 agosto 2019) che premia i corti ispirati a romanzi e graphic novel, in collaborazione con SNGCI. Il premio, diretto da Gabriella Gallozzi, giornalista e critica cinematografica, direttrice di Bookciak Magazine, è interamente dedicato all’intreccio tra cinema e letteratura e ogni anno vede proliferare la creatività di professionisti e giovani talenti che spaziano in modo eclettico e originale tra le due arti.

L’edizione del 2019 del premio Bookciak, Azione! è nel segno della poesia, pertanto l’ospite della serata non poteva essere altri che il poeta contemporaneo, quello da portare all’esame di maturità. Era il 1977 e un Nanni Moretti allora ventenne girava una scena divenuta poi un cult del film Ecce Bombo. Il poeta contemporaneo che fu fisicamente portato all’esame di maturità nel film poi poeta lo è diventato sul serio e, dopo quarant’anni e tanti libri, Alvaro Rissa, al secolo Cristiano Gentili, ospite del Premio Bookciak, Azione!, evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori,  ha ricordato la mitica scena del film di Moretti in cui cinema e letteratura si sono unite in un geniale, sarcastico, irriverente connubio culturale.

Presidente di Giuria di questa edizione dei premi Bookciak è Lorenzo Mattotti, “l’eminenza delle matite” come recentemente è stato definito da Libération. Il grande disegnatore bresciano – residente a Parigi dal ’98 – è reduce dai successi riscossi all’ultimo festival di Cannes col suo incantato film di animazione, La famosa invasione degli orsi in Sicilia, ispirato all’omonimo racconto per l’infanzia di Dino Buzzati e atteso nelle sale italiane. Lorenzo Mattotti è anche l’autore, per il secondo anno, dell’immagine del manifesto ufficiale, nonché quest’anno della nuova sigla della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. In veste di presidente di giuria di Bookciak, Azione! 2019, sarà affiancato da Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto, componenti della giuria permanente.

Fino a questa edizione i Bookciak, corti di massimo 3 minuti, sono stai ispirati da romanzi, racconti e graphic novel, ma in questa ottava edizione si sono aggiunti anche i versi. Come la poesia de La memoria del corpo (Rayuela Edizioni) di Antonella Sica, testo lirico scelto come esperimento per ispirare i corti. Una raccolta di poesie, brevissimi racconti che germogliano dai ricordi; dai corridoi di un collegio dove una bambina aspetta un padre che non arriverà mai, dalla stanza della nonna dove una donna cerca una sua identità non sottomessa, dal racconto di un amore pieno di slanci e arresti.

Bookciak, Azione! è dunque un luogo di sperimentazione e creatività, ma soprattutto uno spazio dedicato ai giovani film maker per offrire loro l’opportunità di una vetrina prestigiosa come la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia conferendo premi in diverse sezioni. Come quella ad hoc aperta alle allieve-detenute del Liceo Artistico Statale “Enzo Rossi” presente nel carcere romano di Rebibbia, che hanno realizzato i loro bookciak nell’ambito di speciali laboratori interdisciplinari coordinati dai loro docenti, tutto all’interno della Casa Circondariale Femminile “G. Stefanini” di Roma.

La sezione dedicata alla memoria, Memory Ciak, è invece realizzata in collaborazione con LiberEtà, casa editrice dello Spi-CGIL, che si propone come luogo di confronto tra generazioni sui temi del lavoro e dell’impegno sociale e civile. Per la III edizione dei Memory Ciak è stato scelto come traccia per i video il romanzo La bella Sulamita di Renato Gorgoni. Diario ambientato a Napoli, scatola magica da cui estrarre fame, delusioni, ma anche riscatto e identità, dove una banda di ragazzini si scrolla di dosso la pagliacciata del fascismo, addentando la vita a morsi prima che la guerra gliela rubi. La ribellione avrà una firma collettiva: la storica figurina Perugina de La bella Sulamita, che con Il feroce Saladino, Crik e Crok e Shanghai Lil, erano parte dell’immaginario di un’Italia povera, divisa tra cupo conformismo e ribellione.

Altri due libri hanno ispirato il premio Bookciak, Azione! dell’edizione 2019. War painters 1915-1918 Come l’arte salva dalla guerra (ComicOut) di Laura Scarpa, un graphic novel fra le trincee della Grande guerra con i pittori che, al seguito dei reggimenti, sono impegnati a raccontare il fronte nello spazio-mondo di una cartolina. Anna Colemann Ladd, scultrice che nel 1918 ricostruirà i volti distrutti di molti soldati con delle maschere-protesi di rame. E ancora soldati italiani e austriaci che per un momento dimenticano di essere nemici. Tre storie di guerra prese dalla realtà, che parlano dei lutti e di come l’arte cerchi, e a volte possa, aiutare a superarli o a lenire il dolore.

La lettrice di Čechov (Nottetempo) di Giulia Corsalini racconta invece la storia di Nina. Nina è ucraina, ha quarant’anni, una figlia e un marito malato. Ha studiato, ama la letteratura e Čechov, ma è povera e non può mantenere la famiglia. Costretta a trasferirsi in Italia trova lavoro come badante. Una piccola svolta del destino la porterà a collaborare con un carismatico professore di slavistica. Colpisce al cuore questa esistenza minima, fatta di coraggio senza testimoni e, soprattutto, di dignità senza pretese come quella delle donne che ogni giorno mandano avanti il mondo.

I vincitori dei Bookciak, Azione! 2019 sono: Memorie di Elisa e Serena Lombardo, Bookciak liberamente ispirato al romanzo La lettrice di Čechov di Giulia Corsalini; Eroico di Aurora Alma Baritono, Bookciak ispirato al graphic novel War painters 1915 – 1918 Come l’arte salva dalla guerra di Laura Scarpa; La memoria del corpo regia collettiva degli allievi del secondo anno del CSC Animazione, Bookciak liberamente ispirato all’omonima raccolta di poesie di Antonella Sica; Napoli reload di Elettra White, bookciak liberamente ispirato a La bella Sulamita di Renato Gorgoni; Volti di Dika C., Gabriella C., Julieta D., Giuliana R., Edith C., Maria E. Renata (allieve-detenute delle classi tra il primo e il quarto anno del Liceo Artistico Statale “Enzo Rossi” presente nel carcere romano di Rebibbia).

I bookciak vincitori sono stati proiettati la sera del 27 agosto 2019 nel corso dell’evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori, alla Villa degli Autori del Lido di Venezia. Il premio Bookciak, Azione! è prodotto da Associazione Calipso e Bookciak Magazine, col sostegno di Regione Lazio, Mibac, Spi CGIL e LiberEtà.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook