VENEZIA 76 Guida ai film in programma

VENEZIA 76 Guida ai film in programma

Con le sue sezioni ufficiali di film in concorso e fuori concorso, gli eventi speciali e le sezioni collaterali, ogni anno la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di VeneziaLa Biennale Cinema apre la nuova stagione del cinema e svela quali saranno le proposte, le tendenze e i linguaggi narrativi che vedremo sul grande schermo nei prossimi mesi. “Una libera e avventurosa disponibilità a mettersi in mare senza necessariamente conoscere la meta del viaggio”, questo è il giusto spirito, secondo Alberto Barbera, direttore artistico della Biennale Cinema, con cui approcciare il Festival; ma orientarsi in questo vasto ed eclettico mare di nuovi film non è facile.

Dal 28 agosto al 7 settembre il Lido di Venezia vedrà sfilare grandi nomi del cinema e nuovi titoli in modo copioso. Ventuno i lungometraggi nella sezione Venezia 76 (Concorso), diciassette quelli nella sezione Fuori Concorso (di cui 10 documentari), diciannove nella sezione Orizzonti, sei nella sezione Sconfini (di cui 2 documentari) e 2 serie televisive; a questi si aggiungono i titoli delle due sezioni collaterali: dodici in quella delle Giornate degli Autori e nove nella SIC (Settimana Internazionale della Critica).

Meno eclatante rispetto allo straordinario programma della scorsa edizione, che ci ha regalato eccellenti opere da Oscar come Roma di Alfonso Cuarón, La Favorita (The Favourite) di Yorgos Lanthimos e Il Primo Uomo (First Man) di Damien Chazelle, per non parlare della Ballata firmata dai fratelli Coen e I Fratelli Sisters di Audiard,  il programma della 76. edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia promette comunque grandi nomi, titoli molto attesi e quasi ogni genere di film, per tutti i gusti.

I TITOLI PIÙ ATTESI

JOKER di Todd Phillips

È certamente uno dei titoli più attesi della nuova stagione cinematografica e uno dei più desiderati alla Mostra. È la prima volta in cui un film ispirato al genere comics approda a Venezia. È raro che una major hollywoodiana come la Warner accetti di partecipare ad una competizione, ma pare che il regista, Todd Phillips ci tenesse moltissimo. Sulla carta potrebbe essere considerato come lo spin off della serie di film di Batman, una sorta di prequel di Dark Knight di Christopher Nolan, ma in realtà si tratta di un film sulle contraddizioni delle grandi metropoli contemporanee. Joaquin Phoenix promette di essere al meglio nei panni di un cabarettista di scarso successo nel pieno della sua folle metamorfosi nel supercriminale psicopatico Joker, al cui crollo psicologico contribuirà il personaggio interpretato da un impressionante Robert De Niro. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 sabato 31 agosto e uscirà nelle sale italiane distribuito da Warner il 3 ottobre.

AD ASTRA di James Gray

Film iniziato dalla Fox e successivamente acquisito dalla Disney, rappresenta la prima volta in cui Gray (Civiltà Perduta, 2016) si cimenta con una major hollywoodiana e la prima volta in cui il regista si confronta con il cinema di genere, la fantascienza. Brad Pitt interpreta un astronauta in un futuro distopico inviato agli estremi confini del sistema solare alla ricerca di una missione smarrita anni prima di cui suo padre era a capo. Un viaggio alla ricerca del padre e di se stesso. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 giovedì 29 agosto e uscirà sale italiane distribuito da Fox il 26 settembre.

J’ACCUSE (L’UFFICIALE E LA SPIA) di Roman Polanski

Costato ben 26 milioni di euro, J’Accuse è la ricostruzione meticolosa, precisissima, accurata del caso Dreyfus, fatta a partire dai documenti dell’epoca e dalle trascrizioni stenografiche dei vari processi che si sono succeduti nel corso degli anni a carico del capitano francese che fu ingiustamente accusato di tradimento e spionaggio. Il titolo si riferisce alla famosa lettera che Émile Zola compose in difesa del capitano Dreyfus e nella quale lo scrittore francese accusó lo stato di antisemitismo. Adattamento cinematografico del libro L’ufficiale e la spia di  Robert Harris, il film si compone di un cast straordinario tra cui il premio Oscar Jean Dujardin, che offre un’interpretazione raggelate del protagonista.

“Un Polanski di quelli grandi – ha detto il direttore Antonio Barbera -, uno degli ultimi grandi maestri del cinema europeo. Alla sua età è riuscito a realizzare un’opera che è contemporaneamente una straordinaria ricostruzione documentaria di un evento, che ha segnato la società francese nel passaggio tra il XIX  e il XX secolo, e un grande film in cui il regista mette se stesso, la propria esperienza e soprattutto la sua maestria di direttore al servizio di una storia agghiacciante. Un grande film irrinunciabile e ricchissimo di riferimenti alla contemporaneità”.

Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 venerdì 30 agosto e uscirà nelle sale italiane distribuito da 01 Distribution il 21 novembre.

LA VÉRITÉ di Kore-Eda Hirokazu

È il film di apertura della mostra ed è il primo film che Kore-Eda, vincitore della palma d’Oro a Cannes nel 2018 con il film Un’Affare di Famiglia, realizza al di fuori del Giappone, in Francia. Sorprendente approfondimento delle dinamiche familiari, La Veritè è interpretato da Catherine Deneuve, Juliette Binoche e Ethan Hawke.

“Cos’è che rende tale una famiglia? La verità o le bugie? E cosa scegliereste tra una verità crudele e una bugia a fin di bene? Queste sono le domande che non ho mai smesso di pormi durante la realizzazione del film” ha detto il regista Kore-Eda.

Aprirà la Mostra la sera di mercoledì 28 agosto e sarà nelle sale italiane entro la fine del 2019 distribuito da Bim.

MARTIN EDEN di Pietro Marcello

Film rischiosissimo sulla carta e ambizioso per il lavoro di trasposizione del capolavoro letterario di Jack London. Marcello (Bella e Perduta, 2015) reinventa letteralmente il libro trasferendolo in Italia e gioca con la cronologia spaziando dal 1910 al 1980.

“Un film assolutamente all’altezza delle sua ambizioni” ha detto Barbera.

Luca Marinelli interpreta il ruolo del marinaio di umili origini che coltiva il sogno di diventare scrittore. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 lunedì 2 settembre e uscirà nelle sale italiane il 4 settembre distribuito da 01 Distribution.

IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ di Mario Martone

Dopo una prima versione per il teatro, frutto dell’opera di ammodernamento dell’originale omonimo testo teatrale di Edoardo De Filippo, Mario Martone sfrutta tutte le potenzialità del linguaggio cinematografico per reinventare un classico e il suo stesso lavoro. Con Francesco di Leva, Massimiliano Gallo e Roberto De Francesco. Sarà presentato in concorso a Venezia 76 venerdì 30 agosto e sarà nelle sale italiane come evento speciale dal 30 settembre al 2 ottobre distribuito da Nexo Digital.

MARRIAGE STORY di Noah Baumbach

Film autobiografico. Scarlett Johansson e Adam Driver interpretano una coppia, marito e moglie, in crisi. È la storia di come un matrimonio possa finire col diventare una sorta di incubo giudiziario ed esistenziale, quando i genitori intendono separarsi e ciascuno dei due desidera continuare a perseguire la propria carriera senza dover sottostare ai vincoli matrimoniali. Marriage Story è i ritratto di un matrimonio che va in pezzi e di una famiglia che resta unita.

“Volevo trovare la storia d’amore all’interno del crollo. La speranza nelle aule di tribunale, in mezzo ai documenti e alle regole. I film sono un antidoto al divorzio. Un mondo non di seprazione ma di amore” ha commentato il regista Noah Baumbach.

Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 giovedì 29 agosto, presto disponibile su Netflix.

THE LAUNDROMAT di Steven Soderbergh

Steven Soderbergh racconta cosa sono stati i Panama Papers in modo divertente e chiaro. Tratto dal romanzo del reporter investigativo e vincitore del premio Pulitzer Jake Bernstein “Secrecy World:Inside the Panama PapersInvestigation of Illicit Money Networks and the Global Elite”. Con un cast eccellente composto da Gary Oldman, Antonio Banderas e Meryl Streep che giganteggia in più ruoli. Insieme rappresentano con grande libertà e qualche comica deviazione un racconto che descrive chiaramente quanto i Panama Papers non siano stati altro che il modello e la punta dell’iceberg di quella grande truffa che è la finanza contemporanea, meccanismo perverso inventato per frodare il mondo. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 domenica 1 settembre, presto disponibile su Netflix.

WASP NETWORK di Olivier Assayas

Olivier Assayas (Personal Shopper, 2016; Il gioco delle Coppie, 2018) ricostruisce minuziosamente la stagione, durata circa 10 anni, che vide gli agenti del governo castrista cubano inviati sotto copertura impegnati a combattere le azioni anticastriste organizzate dal gruppo di dissidenti cubani espatriati negli USA.

“Mi interessa la storia moderna vista attraverso la lente della sua umanità, per come rivela nei suoi attori l’intima verità che definisce l’azione, la fede e gli errori” ha commentato il regista Olivier Assayas.

Con Penélope Cruz, Wagner Moura, Gael Garcia Bernal. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 domenica 1 settembre.

VIVERE di Francesca Archibugi

Francesca Archibugi insieme con Francesco Piccolo e Paolo Virzì, dopo aver firmato La Pazza Gioia, Ella e John e Notti Magiche, ha scritto e dirige un film che racconta la Roma di oggi, complessa e stratificata, attraverso la storia di una famiglia composta da un giornalista freelance, una ballerina che insegna danza a signore sovrappeso e la loro bambina di sei anni affetta da una grave forma d’asma. Ad agitare gli equilibri del piccolo nucleo si aggiunge una studentessa irlandese, ragazza alla pari che si occupa della bambina. Micaela Ramazzotti e Adriano Giannini interpretano una coppia attraverso un anno intenso della loro storia. Il film sarà presentato Fuori Concorso sabato 31 agosto e uscirà nelle sale italiane il 26 settembre distribuito da 01 Distribution.

TUTTO IL MIO FOLLE AMORE di Gabriele Salvatores

È la storia del viaggio di un padre con suo figlio autistico durato tre mesi. Liberamente ispirato al romanzo Se ti abbraccio non aver paura di Fulvio Evans, grande successo editoriale rispetto al quale Salvatores sceglie di modificare molte cose, ma ne mantiene lo spirito di fondo. Un viaggio tra musica, strade senza nome, emozioni e sentimenti  che si compone di un cast eccellente: Claudio Santamaria, Valeria Golino e Diego Abatantuono. Sarà presentato nella sezione Fuori Concorso giovedì 5 settembre e uscirà nelle sale italiane il 24 ottobre distribuito da 01 Distribution.

5 È IL NUMERO PERFETTO di Igort

Esordio alla regia del fumettista e sceneggiatore sardo Igor Tuberi, in arte Igort. Basato sull’omonima graphic novel best seller del 2002, 5 è il numero perfetto ha potuto prendere forma cinematografica grazie anche alla collaborazione del regista e sceneggiatore con Toni Servillo, protagonista della storia. Nella Napoli degli anni ’70 Peppino Lo Cicero è un camorrista ormai ritiratosi dalla strada, ma costretto a tornare in pista dopo l’omicidio di suo figlio. È la storia di un’amicizia tradita ma anche di una rinascita. Un piccolo affresco napoletano dai colori intensi e luminosi, ricco di rimandi cinefili e caratterizzato dall’inconfondibile stile del suo autore. Con un inedito Carlo Buccirosso che, svestiti i toni della commedia, interpreta un nerissimo Totò ‘o Macellaio e con Valeria Golino e Iaia Forte. Sarà presentato in concorso nella sezione autonoma e parallela delle Giornate degli Autori giovedì 29 agosto e uscirà nelle sale italiane lo stesso giorno distribuito da 01 Distribution.

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Stefano Cipani

Tratto dall’omonimo best seller autobiografico, divertente, delicato e commovente, del giovanissimo Giacomo Mazzariol, Mio Fratello Rincorre i Dinosauri è la storia di Jack e del suo fratellino speciale che possiede un cromosoma in più. Una storia vera, diventata popolare grazie ad un video virale su YouTube, il cui romanzo, schietto e sensibile, ha avuto un forte impatto sul regista Stefano Cipani. Con Alessandro Gassman, Isabella Ragonese e Rossy De Palma. Sarà presentato come evento Speciale nella sezione autonoma delle Giornate degli Autori lunedì 2 settembre e uscirà nelle sale italiane il 5 settembre distribuito da Eagle Pictures.

ROGER WATERS US + THEM di Sean Evans e Roger Waters

Film concerto dell’incredibile tour durato due anni del membro storico dei Pink Floyd, ma non si tratta solo di rock. Us + Them è un invito ad agire oppure restare Comfortably Numb nell’attuale marcia omicida verso l’estinzione.Desideroso di incontrare il pubblico, Roger Waters sarà’ a Venezia e presenterà il suo film nella sezione Fuori Concorso giovedì 5 settembre. Il film uscirà nelle sale italiane il 7 ottobre distribuito da Nexo Digital.

RARE BEASTS di Billie Piper

Esordio alla regia dell’attrice e cantante britannica Billie Piper (Penny Dreadful, Dottor Who e Diario di una squillo per bene). È la storia di una giovane madre, sceneggiatrice nichilista che vorrebbe fare carriera e sogna un grande amore. Una donna assolutamente attuale che non senza una certa vena di ironica follia si trova nel pieno di una di una crisi a doversi districare tra maternità, carriera, un capo incompetente e uomini problematici. Il film si avvale anche delle straordinarie performance di David Thewlis (Harry Potter), Leo Bill (Peterloo) e Lily James (Downton Abbey). Sarà presentato in concorso nella sezione autonoma e parallela della Sic sabato 31 agosto.

WAITING FOR THE BARBARIANS di Ciro Guerra

Mark Rylance, Johnny Depp e Robert Pattinson nella versione cinematografica dell’omonimo racconto del premio Nobel J. Michael Coetzee. Waiting for the Barbarians ha richiesto ben 15 anni di lavoro di adattamento per realizzare una allegoria senza tempo in cui un magistrato governa con saggezza un avamposto della frontiera tra impero e barbari in un paese non ben identificato al confine del deserto dei tartari. Sarà presentato in concorso nella sezione Venezia 76 venerdì 6 settembre.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook