LE INVISIBILI | Cuori che battono lontano dai riflettori

LE INVISIBILI | Cuori che battono lontano dai riflettori

La forza delle persone che si aiutano ogni giorno a vicenda è in grado di superare qualsiasi ostacolo. Lo sanno bene tutti i protagonisti di Le Invisibili, commedia francese diretta da Louis-Julien Petit che ha incassato ben dieci milioni di euro in patria. Una commedia che poi tanto divertente, in fondo, non è. Com’è anche giusto che sia, quando si parla di un tema così delicato come l’abbandono sulla strada di povere donne che nella vita hanno perso tutto e che non riescono a reinserirsi nella società contemporanea, capace solo di fagocitarle senza alcuna remora.

Le Invisibili

Le vicende narrate infatti ruotano attorno al centro diurno dell’Envol, il quale assiste ogni giorno decine di donne senza fissa dimora. Quattro assistenti sociali, eroine che lottano quotidianamente contro qualunque ostacolo per fornire un sorriso ed un aiuto a chi non ha niente, sono costrette ad affrontare una missione impossibile quando la folle rigidità delle leggi rischia di mandare all’aria tutto il duro lavoro svolto. Il Comune infatti minaccia di chiudere il centro, così le donne, costrette a violare qualche regola e ad andare incontro a seri pericoli per la loro stessa incolumità, dovranno agire il più in fretta possibile per dimostrare che la solidarietà femminile può fare miracoli. Con un abile lavoro di ascolto e maturazione delle capacità personali, le quattro protagoniste cercheranno in tutti i modi di trovare un lavoro ad ognuna delle assistite del centro, permettendo loro di cominciare una nuova vita.

Le Invisibili

Le Invisibili affronta una tematica sociale di grande attualità con una comicità molto amara, ma è un film luminoso e con un messaggio pieno di speranza. Non c’è tempo per l’autocommiserazione e la tristezza, bisogna muoversi e agire gettando il cuore oltre l’ostacolo. L’unico modo per uscire dall’abbandono è la forza e la coesione del gruppo, vero punto di forza della storia e del film stesso grazie ad un cast ben amalgamato e di grande talento. Anche e soprattutto per quanto riguarda le donne senza tetto, tutte attrici non professioniste con un passato davvero per la strada, scelte con dei casting e workshop molto particolari. Ma non bisogna dimenticare il ruolo fondamentale delle assistenti sociali, le altre “invisibili” a cui il titolo del film fa velatamente riferimento. Abbandonate dallo Stato al proprio destino, senza alcun aiuto economico o professionale, costrette oltretutto a tirare avanti contro leggi controproducenti. È un gruppo eclettico, multietnico e intergenerazionale quello che anima Le Invisibili: lo specchio dell’unica società possibile per poter sperare in un futuro migliore.

 

VOTO 6,5

 

Dati tecnici di Le Invisibili

TITOLO: Le Invisibili
TITOLO ORIGINALE: Les Invisibles
USCITA: 18 aprile 2019
REGIA: Louis-Julien Petit
SCENEGGIATURA: Louis-Julien Petit, Marion Doussot, Claire Lajeunie
DURATA: 102 minuti
GENERE: commedia
PAESE: Francia, 2019
CASA DI PRODUZIONE: Elemiah
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Teodora Film
FOTOGRAFIA: David Chambille
MONTAGGIO: Antoine Vareille, Nathan Delannoy
MUSICHE: Laurent Perez Del Mar
CAST: Audrey Lamy, Corinne Masiero, Noémie Lvovsky, Déborah Lukumuena, Sarah Suco, Pablo Pauly, Brigitte Sy, Fatsah Bouyahmed, Quentin Faure

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook