The First | la prima missione interplanetaria dell’uomo

The First | la prima missione interplanetaria dell’uomo

The First, l’uomo tenta il primo viaggio verso Marte

Sarà disponibile su Tim Vision dal 19 dicembre “The First” la serie nata dal creatore di House of Cards. Il giorno precedente all’uscita, invece, i primi due episodi saranno visibili in 30 sale italiane Nexo Digital. “The First” si svolge in 8 episodi prodotti da Westword Productions in collaborazione con Channel 4, Endeavor Content e Hulu, che ha distribuito la serie in USA.

Siamo nel 2030, l’uomo è pronto per compiere il primo viaggio su Marte. Tom Hagerty, interpretato dal due volte premio oscar Sean Penn, guarda la partenza degli astronauti dalla finestra della sua abitazione. E’ il capitano di quella spedizione, doveva esserci anche lui a bordo prima che la responsabile del progetto, Laz Ingram, lo mettesse da parte. Tutto non è andato come previsto e allo stesso modo il caso sconvolgerà i piani dell’uomo, che non permetterà, però, a nulla di frenare il proprio desiderio di conoscere, di oltrepassare i limiti.

Il duplice viaggio, interno ed esterno ai personaggi

L’autore Beau Willimon parla di “un duplice viaggio”. La prima esplorazione interplanetaria umana e il percorso interiore dei personaggi per sconfiggere i propri demoni; fra tutti Tom Hagerty vedovo di moglie e padre di Denise, una ragazza amorevole e molto fragile. Nella serie sembra che le vicende umane si intreccino inestricabilmente al fantascientifico. Macchine senza pilota, sistemi molto sviluppati d’intelligenza artificiale, comandi vocali sono  il mondo del futuro, dove l’uomo resta protagonista. Nei primi due episodi c’è anche il tempo per interrogarsi se fosse più conveniente investire i fondi dedicati all’esplorazione del Pianeta Rosso per salvaguardare una Terra su cui abitano 9 milioni di eco-rifugiati. Una serie d’effetto e anche riflessiva.

Oltre 50 milioni di dollari di budget per girare quello che i produttori hanno definito più “un film di 8 ore” che una serie tv. Dalla densità dei contenuti e da riprese eleganti nasce un prodotto di qualità, che certamente ci spinge a terminare l’intera visione. Sean Penn, per la prima volta protagonista di una serie, riveste il ruolo dell’eroe tormentato dal passato, ma così sano a livello morale che fatica a trovare stabilità in un mondo che non accetta la sua visione. Già nei primi due episodi è fondamentale il lavoro di Tom Hagerty, che più di ogni altra persona sogna di mettere un piede su Marte, ma non sarà facile.

Non sarà facile perché Tom dovrebbe rinunciare al proprio interesse individuale a scapito di quello della collettività. Dovrebbe trascurare le esigenze di sua figlia con problemi di droga e cavalcare l’obiettivo di una missione universale. La serie si concentra su questo dilemma, che nasce da quel “duplice viaggio” di cui parlava Willimon. La dettagliata ricostruzione del futuro, l’intensità delle riprese e delle musiche, la personalità dell’interpretazione di Sean Penn, la suggestione suscitata da una missione come il viaggio interplanetario: tutti ingredienti giusti perché gli altri 6 episodi possano essere interessanti.

 

 

VOTO 7.5 (per ora)

 

TITOLO The First

 

DURATA 8 episodi

 

PRODUZIONE Westword Productions, Channel 4, Endeavor Content e Hulu.

 

DISTRIBUZIONE Hulu (USA), TIMVISION (Italia)

 

SOGGETTO Beau Willimon

 

REGIA Agnieszka Holland

 

SCENEGGIATURA Beau Willimon, Francesca Sloane

 

EFFETTI SPECIALI Paul Ferretti, Donnie Dean, Matt Kutcher, Matthew James Kutcher

 

MUSICHE Colin Stetson

 

CAST Sean Penn, Natascha McElhone, Anna Jacoby-Heron.

 

 

 

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook