UN AMORE COSI’ GRANDE | La lirica incanta Verona

UN AMORE COSI’ GRANDE | La lirica incanta Verona

L’esordio in regia di Cristian De Mattheis arriva nelle sale con “Un amore così grande”, film voluto dalla produzione indipendente di Michele Calì e Federica Andreoli, distribuito da Medusa. Nata da un soggetto originale offerto al regista, la pellicola racconta la storia di Vladimir, uno sfortunato ragazzo che torna dalla Russia per ritrovare se stesso e il suo talento nell’incantevole bellezza di Verona. Il film si sviluppa attorno alla vita del protagonista sospinta dalle vicende familiari ma diretta verso l’affermazione delle sue doti liriche da tenore contenute in un animo tormentato, che Il Volo riuscirà a placare. Nella storia rientra anche il trio dei tre giovani tenori italiani non con un semplice cameo ma con più di qualche scena; sono il trampolino per la carriere di Vladimir, interpretato da Giuseppe Maggio.

Risultati immagini per un amore così grande film il volo

Vladimir è cresciuto soltanto con sua madre (Daniela Giordano) in Russia, perché il padre (Franco Castellano), quando il protagonista aveva 6 anni, è andato via di casa. Vladimir è un giovane ragazzo, un po’ irrequieto, legato inconfondibilmente a sua madre, con cui condivide la passione per la lirica. E’ un inizio tragico, però, perché mentre guardava a teatro la morte di Mimì nella Boheme di Puccini Vladimir vede morire anche sua madre, che da giovane in Italia l’aveva concepito con uno strumentista dell’arena di Verona. Prima di morire la donna chiede al ragazzo di giurargli che andrà in cerca di suo padre. Vladimir esaudisce l’ultimo desiderio di sua madre, arriva a Verona, dove conduce una vita da bohemien. Niente droga o alcol ma canta con un gruppo di artisti di strada, gli capita di dormire in strada ed è dilaniato dalla possibilità di rivelarsi al padre, che ha ormai raggiunto. In una delle sue esibizioni di strada la fortuna gli regala due meravigliose opportunità. La prima si chiama Veronica (Francesca Loy), la seconda è il manager del trio Il Volo. Da lì un intersecarsi di situazione che nel finale avranno esito, l’amore, che la regia avvicina a quello di Romeo e Giuletta, ostacolato dalla nonna (Fioretta Mari) e la carriera che non riesce a conciliarsi con il suo temperamento.

Risultati immagini per un amore così grande film il volo

Il tentativo del regista nella messa in scena di questo soggetto è quello di impreziosire il film nel mettere insieme molti elementi, che finiscono, alle volte, per intralciare lo svolgimento della trama o renderla poco realistica, caratteristica dovuta ad una storia che vanta verosimiglianza. L’idea di base è molto coinvolgente, il personaggio artistico di Vladimir con il suo talento e con la storia d’amore anticonformista che vive, può essere interessante. Ma la complessità del protagonista rientra in scene troppo patetiche che raramente riescono a trasportare lo spettatore, complice di questo anche una criticabile sequenza degli espedienti che muovono l’azione. Per il resto, l’atmosfera ricreata dal regista a Verona è particolare e molto appassionante, il contesto inquadra bene nei primi piani i protagonisti. La sceneggiatura poteva regalarci dialoghi migliori, si distinguono, a mio avviso, le scene tra Vladimir e la sua insegnante di lirica (Eleonora Brown). Qualche pezzo in inglese accompagna la vera colonna sonora delle pellicola che è la lirica italiana, il pezzo di punta di Il Volo “Grande Amore” e “Un amore così grande” del maestro Ferilli.

Risultati immagini per un amore così grande film il volo

L’autore della canzone dal successo internazionale era presente alla prima del film per omaggiare il cast, durante la conferenza sono intervenuti tutti, dagli attori ai produttori, che hanno molte aspettative rispetto al successo della pellicola. Il regista alla prima realizzazione a suo nome ha messo dentro tutta l’esperienza accumulata nella lunga gavetta come aiuto-regia in diversi e molto importanti film. La sua mano c’è, la pellicola ha un gusto particolare impoverito da una sceneggiatura poco entusiasmante. Anche la protagonista Veronica era alla sua prima sul grande schermo e, nonostante la centralità del ruolo, non lascia molto allo spettatore. Nel complesso è un film che nasce da una bella idea, compromessa da alcune scelte, forse anche a livello di cast, che, infatti, era ricco di attori più frequentemente impegnati nelle fiction

VOTO 5

TITOLO “Un amore così grande”

PRODUZIONE A.C Production

DISTRIBUZIONE Medusa

REGIA Cristian de Mattheis

SCENEGGIATURA Cristian De Mattheis e Cristiano Malacrino

MONTAGGIO Luigi Mearelli

FOTOGRAFIA Giovanni Mammolotti

CAST  Giuseppe Maggio, Francesca Loy, Franco Castellano, Eleonora Brown, Fioretta Mari, Daniela Giordano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook