“Totò Genio”, pronta una mostra per ricordare il “principe” della risata

“Totò Genio”, pronta una mostra per ricordare il “principe” della risata

Cinquant’anni fa moriva il grande Totò, il principe della risata. Napoli non lo dimentica. Per lui, ora è pronta una grande mostra.

“Totò –  ha detto l’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele nel corso della conferenza stampa di presentazione che  si è tenuta a Palazzo S. Giacomo – è uno dei  più grandi protagonisti in assoluto dell’arte e del mondo. Del grande attore della risata – dice Daniele – mi ricordo un particolare: quando Totò recitava al cinema parlava in italiano, ma quando scriveva d’amore si esprimeva in napoletano. Penso che in questo duplice stile registro linguistico dell’attore ci sia proprio la nostra città; l’amore che Napoli dà alla Nazione e a tutto il mondo.”

“Una mostra cosi non c’ è mai stata – ha aggiunto il sindaco di Napoli. Luigi De Magistris, davanti ai numerosi microfoni. Siamo soddisfatti che gli organizzatori, tra cui la famiglia dell’attore, De Curtis e gli organizzatori, Nicosia e Mollica abbiano scelto Napoli. Come istituzione accompagneremo questa mostra quando farà il giro d’Italia e del mondo.”

La mostra “Totò Genio” si terrà dal 12 aprile al 9 luglio ed è organizzata dall’Associazione “Antonio De Curtis in arte Totò.” La manifestazione culturale promossa avrà l’apporto del Comune di Napoli e della Rai che avrà  il ruolo di media partner sia con il polo Museale della Campania, con Palazzo Reale e la SIAE ( Società Italiana Autori ed Editori).

“Saranno esposti in primis mille oggetti. Tra questi ricordiamo la collezione completa dei disegni di Fellini e i 30 schizzi di Pasolini per “La terra vista dalla Luna.” Vogliamo che la mostra prosegui all’estero. Per questo abbiamo già accordi con Buenos Aires, dove risiedono molti italiani” – ha precisato Alessandro Nicosia, curatore della Mostra.

Il ricordo di Totò proseguirà anche con l’esposizione “Totò che spettacolo” a Palazzo Reale e nel Convento di San Domenico Maggiore di Napoli, dove saranno esposte locandine, manifesti, fotobuste, che ricordano i 97 film del principe napoletano della risata.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook