Pizza, un patrimonio di…tutti

Pizza, un patrimonio di…tutti

La pizza napoletana è sempre più patrimonio dell’Unesco. Lo ha annunciato, l’ ex ministro dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, durante la conferenza stampa che si è tenuta  in un noto locale in via Partenope. All’evento presenti anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il presidente dell’Associazione Pizzaioli, Sergio Miccù, Franco Manna, presidente e fondatore del locale “Rossopomodoro” e molti pizzaioli ed associazioni che hanno sostenuto la petizione Pizza Unesco.

“Siamo ad 1milione e 38mila firme” – ha detto Pecoraro Scanio. Le adesioni  sono arrivate da tutto il mondo: Giappone,( 150mila) Las Vegas,( 30mila), dall’attore Lello Arena, Coldiretti e dai mercati di “Campagna amica.” Domani le firme saranno portate a Parigi, in occasione del campionato francese dei pizzaioli “Parizza.” Nella capitale francese si cercherà di raccogliere altri consensi. Prevista la partecipazione di Salvatore Cuomo, che giungerà da Tokio con le firme dei giapponesi.

All’iniziativa  ha partecipato anche Emilio Fede. “La pizza napoletana – ha detto l’ex giornalista di Rete4 ( la moglie è  napoletana n.d.r)) – va sostenuta a spada tratta”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook