Sequestrati alla malavita organizzata dei “Casalesi” beni per 100 milioni di euro

Numerosi sequestri per un valore di 100 milioni di euro in Campania, Lazio, Emilia Romagna, Toscana e Lombardia sono stati eseguiti dallle forze dell’Ordine nell’ambito delll’operazione denominata “Il principe e la ballerina” e che vede coinvolti esponenti del clan dei Casalesi, imprenditori e politici. Tra i  beni bloccati ci sono molti appartamenti, terreni, una villa, esercizi commerciali, autorimesse, auto di lusso, 60 veicoli, per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro. Sequestrata anche una discoteca di Riccione, polizze assicurative dellla vita, conti bancari e postali.

Tutto era perfettamente studiato nei particolari, Gli imprenditori con le loro strutture societarie e gli impianti di produzione davano un  grosso sostegno al “clan del cemento,” ottenendo in cambio l’imposizione dellle forniture di calcestruzzo prodotto dallle proprie imprese sui cantieri controllati. I provvedimenti colpiscono anche un ex assessore comunale e un consigliere provinciale di Caserta. Ricordiamo che questa operazione lo scorso 6 dicembre ha visto la richiesta di arresto allla Camera dei deputati del parlamentare Nicola Cosentino e dellla presidente dellla Provincia di Napoli, Luigi Cesaro.

di P.L.

12 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook