Operai dell’Alenia in corteo a Napoli: “No al trasferimento della produzione nel Nord Italia”

Circa 3000 lavoratori deI gruppi ” Alenia” di Casoria, Pomigliano, Nola e Capodichino sono scesi in strada a Napoli. Partiti da piazza Garibaldi, i manifestanti con slogan, trombe e fumogeni, che hanno dato vivacità e colore alla manifestazione, hanno raggiunto piazza Bovio, dove il sindaco di Napoli De Magistris, tramite megafono, ha rivolto parole di sostegno ed incoraggiamento ai lavoratori, criticando non poco la decisione della Lega e quelle del Governo.

Il corteo ha poi concluso la sua marcia in piazza Matteotti, nei pressi della sede della Provincia, dove sono stati sparati molti mortaletti, senza però nessun incidente. ” Quello che sta accadendo – ha detto il sindaco agli operai – in piazza Bovio – è ingiusto e privo di senso politico ed economico.” Federico Libertini, segretario generale della Camera del Lavoro di Napoli ha invece elogiato i lavoratori. ” Finalmente si è vista in piazza la classe operaia. Il provvedimento della Lega che vuole spostare a Nord e in Lombardia, la produzione è una decisione assurda che i lavoratori non possono accettare. Sono necessari interventi concreti degli Enti locali e in particolare delle Regione Campania.”

 

di L.R.

 

3 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook