Boss latitante del clan Polverino sorpreso davanti alla TV finisce in manette

Era riuscito a sfuggire lo scorso maggio al maxi arresto di 39 affiliati al suo clan, ma  la sua latitanza è ora finita  I carabinieri, dopo alcune ricerche, lo hanno infatti scovato ed arrestato in un villa a Quarto, importante comune della provincia di Napoli. Salvatore Liccardi 37 anni, esponente di spicco del gruppo Polverino su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia è finito così in manette quando, in tutta tranquillità e in compagnia di un amico, stava assistendo all’incontro di calcio di Champions League Manchester – Napoli. Il boss, che operava particolarmente nella periferia nord di Napoli, è accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, usura,  spaccio di stupefacenti e reinvestimento di beni illeciti. L’uomo, inoltre, davanti al giudici dovrà rispondere anche di attentato omicidio.

 

15 settembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook