Passata la tempesta, Salerno calcio ripartirà dalla D

di Luigi Rubino

Progetti ed ambizioni esposti  dai “salvatori” Lotito e Mezzoroma

La Salerno del calcio ripartirà dalla serie D, dopo il dissesto economico che ha portato la società campana al fallimento e alla cancellazione dalla Lega Pro. La decisione è stata annunciata durante una conferenza stampa che si è tenuta nel salone dei Marmi di Palazzo  di Città. All’incontro presenti il sindaco Vincenzo De Luca e i nuovi “salvatori” della società Marco Mezzoroma e Claudio Lotito, attuale presidente della Lazio. La nuova squadra che si chiamerà Salerno Calcio, indosserà una nuova maglia di colore giallo e blu e granata, richiamando in un certo senso, i colori della maglia del mitico Barcellona. Sul petto avrà lo stemma di San. Matteo.

La seconda maglia di gioco, invece, sarà bianca con richiami di colore granata. Nel suo discorso, Lotito ha subito precisato che il campionato di D sarà molto difficile, ma occorrrerà l’apporto di tutti:  “Non ci sarà sudditanza tra la società Lazio e la nuova Salernitana – ha poi detto il  presidente della Lazio –  ma sinergie soprattutto nella fase iniziale, come  del resto accade per un figlio che nella tenera età deve essere aiutato dai genitori e poi quando è cresciuto è capace di camminare con i propri mezzi e le proprie risorse. ”  L’obiettivo della nuova società –  è stato poi detto nella conferenza – è riportare in breve tempo Salerno a recuperare un’immagine storica nel calcio, recuperando le posizioni a livello nazionale ed anche internazionale, attraverso un progetto di rilancio sportivo con una mentalità proiettata nel futuro con solide basi economiche ed organizzative. Sulla panchina della società salernitana siederà Carlo Perrone.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook