Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Il Calapranzi di Pinter, divertire interrogando

Il Calapranzi, di Harold Pinter, per la regia di Luca Ligato, con Elizabeth Annable e Gerardo Marinelli è andato in scena il 2 e 3 dicembre 2016 a Milano a AltaLuce Teatro. É questo uno spazio curioso, un ex laboratorio adiacente al Naviglio poco dopo la Chiesa di San Cristoforo. Seppure accanto all’acqua, prende il nome, Alta Luce, da una…
Commenti

A Testa Sutta, tutta la forza della diversità

A Testa Sutta, in terra lombarda e per chi, come chi scrive, siculo non è, è qualcosa di più di uno spettacolo. É una partitura musicale, un impasto sonoro, in dialetto siciliano, scritto da Luana Rondinelli dentro il quale si narra, ad episodi, la storia di una diversità arrivando a darle un carattere universale. Ed a farlo sul palco, in…
Commenti

Collaborators: l’intellettuale e il fascino della tirannia

Collaborators, il nuovo spettacolo di Amadio/Fornasari in scena ai Filodrammatici di Milano sino al 4 dicembre 2016, vi regalerà la magia del teatro. La mano sapiente del regista Bruno Fornasari mescola più registri teatrali, accende piccole luci sul palco creando atmosfere, dirige ben 14 personaggi e tra una risata e una riflessione vi porta quasi con leggerezza, al centro del…
Commenti

Cristicchi racconta David Lazzaretti, il Cristo dell’Amiata

Al Teatro Carcano di Milano torna Simone Cristicchi, dal 24 novembre al 4 dicembre 2016. Dopo aver emozionato il pubblico con lo spettacolo Magazzino 18, sulle foibe, l’artista romano porta in scena Il Secondo Figlio Di Dio, Vita, morte e miracoli di David Lazzaretti. Lo spettacolo racconta la storia del “Cristo dell’Amiata”, un visionario mistico che, a metà del 1800,…
Commenti

Così Tanta Bellezza, l’inno alla vita di Corrado Accordino

E’ un momento di riflessione quello che Corrado Accordino offre con lo spettacolo da lui scritto, diretto ed interpretato, Così tanta bellezza, dal 21 al 27 novembre 2016 al  Teatro Libero di Milano. Una pausa nel correre di molti di noi, che continuiamo a parlare senza dire nulla, mentre le nostre vite si adattano a parole ordinarie che contribuiscono a…
Commenti
Pagina 61 di 87« Prima...102030...5960616263...7080...Ultima »