Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Bull, la manipolazione relazionale

Pensate  che lavorando sodo, perseguendo con costanza e volontà gli obiettivi, comportandosi bene, rispettando le regole, ce la si possa fare? Che nonostante origini modeste, la meritocrazia, il fair-play, l’onestà, trionfino? Non è cosi, almeno in  Bull, lo spettacolo in scena al teatro Franco Parenti di Milano, sino al 10 aprile 2016, una produzione del teatro stesso che investe in…
Commenti

OPEN IT : scambio di risorse tra teatro e territorio

E’ ripartito, ampliato e perfezionato, a testimonianza della fertile stagione teatrale della città di Milano, il progetto OPEN IT, parte fondamentale del progetto culturale IT’S ME, presentato in partenariato col settore Cultura del Comune di Milano e finanziato dalla Fondazione Cariplo nell’ambito del bando sul protagonismo culturale del cittadino e della città. Il progetto si propone di aiutare compagnie teatrali…
Commenti

Ivan Il’Ic, dalla disperazione per la morte, alla sua accettazione

Ola Cavagna, ha presentato, dal 9 al 13 marzo 2016 al Teatro Franco Parenti di Milano, Ivan Il’Ic, una sua lettura di La morte di Ivan Il’Ic, di Lev Tolstoj, racconto pubblicato nel 1886, influenzato dalla crisi spirituale dell’autore, che infatti si convertirà al Cristianesimo. Ne ha curato traduzione, adattamento e regia. Tema centrale è quello dell’uomo che si trova…
Commenti

Questa sera si recita a soggetto: un momento di salvezza “pirandelliana”

Sino al 24 marzo 2016 al Piccolo Teatro Grassi di via Rovello a Milano, va in scena Questa sera si recita a soggetto, di Luigi Pirandello, con l’adattamento drammaturgico di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi che cura anche la regia e resta totalmente fedele al testo. Esso si basa, come altri lavori teatrali, su una novella Leonora addio! del 1910…
Commenti

Al Teatro Franco Parenti è tutta un’altra musica

Il Teatro Franco Parenti di Milano nasce per dare spazio a tutte le forme d’arte. Pur privilegiando la prosa, nei suoi luoghi che continuano a definirsi, dilatarsi, integrarsi, c’è posto per cinema, laboratori, conferenze, incontri, perfino, prossimamente, per una piscina sulle cui acque galleggerà un palcoscenico con un’orchestra di soli archi. Il 21 settembre 2016 infatti, su un palcoscenico galleggiante,…
Commenti
Pagina 60 di 76« Prima...102030...5859606162...70...Ultima »