Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Minetti: una vita contro il pattume del mondo

Dal 31 gennaio al 5 febbraio 2017, al Piccolo Teatro Grassi di Milano, Roberto Herlitzka è Minetti il grande attore tedesco ( 1905-1998) che aveva conquistato Thomas Bernhard e che per lui appunto, scrisse questo testo. Ed Herlitzka conquista il pubblico, anzi fa un’operazione ulteriore: come la calamita attira suo malgrado lo spillo, questo attore classe 1937, attira non solo…
Commenti

Il deserto dei Tartari, la non epopea di un giovane tenente

Fino al 22 gennaio 2017, al Teatro Menotti di Milano, è andato in scena Il Deserto Dei Tartari di Dino Buzzati, produzione del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale con l’adattamento teatrale e la regia di Paolo Valerio.Se è vero che, come diceva Lucia Bellaspiga, Il deserto dei tartari è un libro da leggere due volte, la prima per…
Commenti

Madame Bovary, isteria di un’epoca

Sino al 22 gennaio 2017 al Teatro Franco Parenti di Milano, Lucia Lavia è Madame Bovary, di Flaubert, in una riscrittura contemporanea di Letizia Russo, che rende il capolavoro francese ancora più attuale. La regia di Andrea Baracco regala tutta la magia della narrazione teatrale, complici i costumi fiabeschi, le luci cangianti che assumono anche toni spettrali, la ritualità dei…
Commenti

Novecento di Corrado D’Elia, profumo di salmastro al Teatro Litta

Non sei fregato veramente finchè hai da parte una buona storia e qualcuno a cui raccontarla, dice ad un certo punto Novecento, protagonista dell’omonimo monologo teatrale del 1994 scritto da Alessandro Baricco. E Corrado D’Elia di storie da raccontare ne ha sempre tante ed anche persone cui raccontarle, a giudicare dal tutto esaurito del Teatro Litta di Milano dove fino…
Commenti

Caravaggio torna con Sgarbi al Teatro Carcano

Da mercoledì 14 a domenica 18 dicembre 2016 è tornato nel bel Teatro Carcano di Milano, Caravaggio; dopo il tutto esaurito della passata stagione, Vittorio Sgarbi ha infatti riproposto lo spettacolo pensato come  un viaggio attraverso la pittura rivoluzionaria di Caravaggio e quella dei suoi contemporanei; ma anche una riflessione, ricca di ironia, provocazione e piccoli aneddoti, sull’atteggiamento culturale del…
Commenti
Pagina 58 di 85« Prima...102030...5657585960...7080...Ultima »