Manuel Giannantonio
Manuel Giannantonio
Giornalista, Responsabile esteri 2duerighe

Biografia

Manuel Giannantonio nasce a Foligno (PG) il 31 dicembre del 1985, si trasferisce con la famiglia in Francia poco dopo la nascita per tornare nel 1998 in Italia. Consegue il diploma in informatica industriale nel 2005 e si iscrive alla facoltà di scienze politiche relazioni internazionali dell’Università degli studi di Perugia. Collabora con alcune riviste della sua città e con l’ufficio stampa della Red Bull International. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con il quotidiano online 2duerighe.com del quale è ora responsabile degli Esteri occupandosi anche di attualità. Ha curato le elezioni repubblicane e presidenziali americane e ha pubblicato il libro inchiesta “Anonymous - Luce sulla guerra nell’ombra” (Gruppo Editoriale L’espresso S.p.A, 2013). Grande appassionato di sport, musica e di viaggi.

Post Autore

Microcredito, più di un semplice aiuto

Si chiama microcredito e nell’ultimo decennio ha contribuito alla crescita dei paesi più poveri del globo. Cominciando dalla Grammeen Bank, dove iniziò aggiudicandosi, tra gli altri, il premio Nobel. Con la crisi mondiale che non accenna a diminuire, almeno per ora, sarà dunque questo il nuovo corso dell’economia globale?  Il tasso di disoccupazione giovanile è ancora aumentato, raggiungendo il 41,6%,…
Commenti

Il sogno di Madiba

L’estate scorsa nel momento in cui Mandela era ospedalizzato per la quarta volta in sei mesi, il “Sunday Times” titolava: “È tempo di lasciarlo partire”. Queste parole già rappresentavano una magnifica testimonianza di amore e di riconoscenza nei confronti di un uomo anziano, che di ritorno a casa, aspetterà di raggiungere i suoi 95 anni prima di partire.  Cos’altro avremo…
Commenti

Roma: la generazione che oscilla tra illusione e disperazione

Nel bel paese la situazione degli under 40 è sempre più preoccupante. Nella capitale in particolare, il deterioramento delle condizioni sociali e d’impiego non lasciano molte speranze a una classe di giovani costretti a restare a casa con i genitori. Le cifre fornite dall’Agenzia italiana del giornalismo sono semplicemente spaventose e fanno venire le vertigini: il 60% dei 18-29 anni…
Commenti

Quando non si muore solo di lavoro ma anche di stage

Uno stagista di 21 anni è morto dopo aver lavorato tre giorni consecutivi alla Bank of America di Londra. Moritz Erdhardt è stato trovato morto nel suo appartamento dopo essere rientrato dal lavoro dove ha trascorso 72 ore consecutive, come testimoniato dal “Times” martedì. La polizia attende ormai il risultato dell’autopsia per comprendere le cause effettive del decesso. Questo giovane…
Commenti

Salvate il soldato Manning

Bradley Manning, il giovane analista dei servizi segreti dell’esercito Americano, è processato per aver contribuito via Wikileaks alla più colossale fuga di notizie e d’informazioni diplomatiche e militare della storia Americana. La più grande ma per questo la più grave ? Il soldato al momento dei fatti aveva 22 anni, ora rischia la detenzione a vita se i procuratori riusciranno…
Commenti

Articoli

El SALVADOR: I salvadoregni eleggono il sesto presidente dopo la fine della guerra civile

I salvadoregni eleggono domenica il loro sesto presidente dalla fine della guerra civile che ha insanguinato il loro paese per 12 anni, con l’obbligo, tra gli altri, della sobrietà attraverso la legge che vieta il consumo di alcolici EL SALVADOR – Il sondaggio vede due giovani lupi della politica honduregna scontrarsi per un mandato presidenziale quinquennale non rinnovabile. Secondo gli…
Commenti

Libia: il drammatico ritorno degli sfollati a casa

“Abbiamo trovato la città saccheggiata, case in rovina, i nostri ulivi bruciati”. Seduto in quello che era il salotto della sua casa, Moftah racconta la sua delusione tornando a casa nella Libia occidentale dopo anni di esilio. AL-GOUALICHE (LIBIA) – Al-Goualiche arroccata sulle alture dei monti Nafusa, 120 km a ovest di Tripoli, ha pagato il prezzo del suo sostegno…
Commenti

IRAN: Una detenuta di origini britanniche fa lo sciopero della fame

LONDRA – Nazanin Zaghari-Ratcliffe, Lunedi ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro la mancanza di accesso alle cure mediche,  e contro la pressione che subisce per spiare il Regno Unito, come detto da suo marito a Londra. Il ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt ha convocato l’ambasciatore iraniano per chiedere che alla signora Zaghari-Ratcliffe venga dato “accesso immediato…
Commenti

USA: Trump sorprende tutti e ritira le truppe americane dalla Siria

Assicurando che gli Stati Uniti sconfiggeranno il sedicente Stato islamico, Donald Trump ha sorpreso davvero tutti, annunciato che le truppe statunitensi presenti in Siria dal 2000 sarebbero tornate a casa. Washington D.C, ansiosa di vedere crescere l’influenza dell’Iran nella regione, non approva la partenza di cui stava parlando prima di diventare presidente   WASHINGTON D.C – Donald Trump ha davvero…
Commenti

Dallo schiavismo sessuale al Nobel per la pace, la storia di Nadia Murad

Dopo mesi da sopravvissuta alle violenze del sedicente Stato islamico per mano dei jihadisti in Iraq, Nadia Murad, ha ricevuto lunedì il premio Nobel per la pace consacrandosi peraltro come portavoce rispettato per la minoranza yazidie rompendo un lungo silenzio OSLO –  Viso fino, grazioso e pallido incorniciato da lunghi capelli castani, questa giovane 25enne ha ricevuto il premio congiuntamente…
Commenti
Pagina 1 di 18012345...102030...Ultima »