Manuel Giannantonio
Manuel Giannantonio
Giornalista, Responsabile esteri 2duerighe

Biografia

Manuel Giannantonio nasce a Foligno (PG) il 31 dicembre del 1985, si trasferisce con la famiglia in Francia poco dopo la nascita per tornare nel 1998 in Italia. Consegue il diploma in informatica industriale nel 2005 e si iscrive alla facoltà di scienze politiche relazioni internazionali dell’Università degli studi di Perugia. Collabora con alcune riviste della sua città e con l’ufficio stampa della Red Bull International. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con il quotidiano online 2duerighe.com del quale è ora responsabile degli Esteri occupandosi anche di attualità. Ha curato le elezioni repubblicane e presidenziali americane e ha pubblicato il libro inchiesta “Anonymous - Luce sulla guerra nell’ombra” (Gruppo Editoriale L’espresso S.p.A, 2013). Grande appassionato di sport, musica e di viaggi.

Post Autore

Il fragile accordo sull’Ucraina

L’accordo sull’Ucraina strappato nel dolore, giovedì 12 febbraio a Minsk, è chiaramente fragile quanto imperfetto. Il proseguo della guerra Russa mascherata in Ucraina da quasi un anno, ha il suo corollario di tragedie quotidiane: vittime civili sempre più numerose, città rase al suolo e un flusso crescente di rifugiati. In questo contesto, la questione non è tanto sapere se fosse…
Commenti

Dopo l’attentato a “Charlie Hebdo”, qual è il limite della libertà di espressione?

La libertà di espressione è un principio assoluto, o almeno così dovrebbe essere, in Europa e in Francia, consacrata innumerevoli volte da testi antichi quanto sacri. “La libera comunicazione dei pensieri e delle opinioni è uno dei diritti più preziosi dell’uomo: ogni cittadino può dunque parlare, scrivere, stampare liberamente, salvo rispondere dell’abuso di questa libertà nei casi determinati dalla legge”,…
Commenti

L’ISIS e la propaganda del terrore

I recenti fatti targati ISIS, che hanno sconvolto il mondo e provocato la diplomazia internazionale con la barbaria primordiale della quale si è reso protagonista il soprannominato John, il Beatles, per la sua origine britannica, sono la testimonianza di un epoca pericolosa. L’ISIS è un’organizzazione nata dalla guerra in Iraq nel 2003. La prima formazione risale all’anno 2004 con l’obiettivo…
Commenti

La situazione a Gaza e le responsabilità palestinesi

Uno studio condotto da alcuni ricercatori di Montreal evidenzia le responsabilità dei governatori palestinesi, da Fata di Asserir Ararat, al governo di Bahamas. I ricercatori, evidenziano inoltre la corruzione del regime di Fata, apportando una valutazione quantitativa dei fondi palestinesi nelle banche locali e straniere. Hamas, non ha percepito la partenza di Israele dalla striscia di Gaza per quella che…
Commenti (1)

Microcredito, più di un semplice aiuto

Si chiama microcredito e nell’ultimo decennio ha contribuito alla crescita dei paesi più poveri del globo. Cominciando dalla Grammeen Bank, dove iniziò aggiudicandosi, tra gli altri, il premio Nobel. Con la crisi mondiale che non accenna a diminuire, almeno per ora, sarà dunque questo il nuovo corso dell’economia globale?  Il tasso di disoccupazione giovanile è ancora aumentato, raggiungendo il 41,6%,…
Commenti

Articoli

USA: Trump chiama “cessi di paesi “, Haiti, El Salvador e i paesi Africani. Rabbia della comunità internazionale

Haiti, EL Salvador e i paesi Africani, sono tutti “cessi di paesi” secondo i propositi proliferati da Donald Trump l’11 gennaio scorso. Insulti indigesti che hanno scandalizzato la comunità internazionale WASHINGTON D.C – Donald Trump ha tentato di negare di aver esclamato questa affermazione durante una riunione con i parlamentari alla Casa Bianca, portando l’attenzione sulla questione dell’immigrazione. Ha soltanto…
Commenti

Arabia Saudita: la prova di forza del principe saudita e le sue conseguenze

Mohammed Ben Salmane, giovane e riformatore, ha condotto un’operazione dall’ampiezza straordinaria il 4 novembre, sbarazzandosi di fatto, di decine di oppositori e di rivali. Una strategia inquietante per la regione.  Intransigenza, fuga, determinazione, propensione a essere dispotico e la volontà di dominare la propria regione e trasformare il suo paese. Mohammed Ben Salmane, ha solo 32 anni, ma ha compiuto…
Commenti

USA: Cosa sappiamo dell’attentato di NY

Un uomo ha investito alcuni ciclisti e dei passanti con il veicolo, martedì, nel cuore della grande mela, provocando la morte di otto persone, dei quali sei stranieri. L’assalitore è un uomo di 29 anni originario dell’Uzbekistan NEW YORK – L’autore dell’assalto a sei ciclisti e alcuni pedoni avvenuto martedì a Manhattan è un 29enne originario dell’Uzbesksitan. Ferito all’addome da…
Commenti

USA: l’ombra di un nuovo scandalo avvolge Trump dopo la morte di 4 soldati americani

Non passa giorno nel paese a stelle e strisce senza che si aggiungano nuovi tasselli sulle circostanze che hanno condotto alla morte quattro soldati Americani delle Forze speciali in Niger ad inizio mese WASHINGTON D.C – La notizia è stata resa di pubblico dominio il 5 ottobre dal Pentagono. Quattro berretti verdi delle operazioni speciali sono stati uccisi nel corso…
Commenti

USA: perché Trump se la prende con il suo segretario di Stato?

Il presidente mette nel mirino Rex Tillerson, il capo della diplomazia americana, immaginando un duello di Q.I (quoziente intellettivo) tra i due. Un’altra delle tante fantasie di Trump che preoccupa però la stampa americana WASHINGTON D.C – Un presidente che lancia la sfida al suo segretario di Stato non è certo una cosa che si vede tutti i giorni. Eppure,…
Commenti
Pagina 1 di 17612345...102030...Ultima »