Manuel Giannantonio
Manuel Giannantonio
Giornalista, Responsabile esteri 2duerighe

Biografia

Manuel Giannantonio nasce a Foligno (PG) il 31 dicembre del 1985, si trasferisce con la famiglia in Francia poco dopo la nascita per tornare nel 1998 in Italia. Consegue il diploma in informatica industriale nel 2005 e si iscrive alla facoltà di scienze politiche relazioni internazionali dell’Università degli studi di Perugia. Collabora con alcune riviste della sua città e con l’ufficio stampa della Red Bull International. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con il quotidiano online 2duerighe.com del quale è ora responsabile degli Esteri occupandosi anche di attualità. Ha curato le elezioni repubblicane e presidenziali americane e ha pubblicato il libro inchiesta “Anonymous - Luce sulla guerra nell’ombra” (Gruppo Editoriale L’espresso S.p.A, 2013). Grande appassionato di sport, musica e di viaggi.

Post Autore

Gerusalemme capitale d’Israele: le conseguenze dell’uscita di Trump

Riconoscendo Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico, Donald Trump compie un passo senza precedenti nella storia politica statunitense nei confronti degli interessi israeliani. Tuttavia, questa scelta esorta la regione a trovare una nuova unità. L’ultima uscita di “The Donald” certamente non ha contribuito a rinforzare la sua posizione già debolissima in Medio Oriente.  Probabilmente è riuscito nell’impresa di far rimpiangere…
Commenti

Catalogna: il dramma del referendum per l’indipendenza

Le immagini delle strade in rivolta di Barcellona e della Catalogna hanno fatto il giro del mondo nelle ultime ore. La tensione tra la centralità di Madrid, il governo spagnolo e tutto l’orgoglio catalano manifestato nella volontà di indipendenza hanno generato un clima di tensione decisamente rovente. Cosa ha generato questa situazione? Per tentare di capire la “crisi” che suscita…
Commenti

La preoccupante ondata di politica “fai da te”

Prima negli Stati Uniti, poi le Filippine, la Polonia, l’Ungheria, la vittoria del Brexit, la spinta elettorale in Germania, in Austria e ora i risultati dalla Francia. L’ondata di populismo si espande nel mondo. L’elezione di Donald Trump alla guida degli Stati Uniti ha provocato un sisma. L’uomo eletto presidente come candidato repubblicano senza nemmeno aver mai maturato un’esperienza politica,…
Commenti

Turchia, paese devastato dagli attentati terroristi

Constantinopoli, come veniva chiamata un tempo, oggi Istanbul, è una città straordinaria e meravigliosa. Meta turistica invasa da milioni di visitatori da tutto il mondo ogni anno, offre una vastità storica impressionante. L’unica al mondo estesa tra due continenti (Europa e Asia), una caratteristica che gli è valsa il soprannome di “porta dell’Asia” ma non solo. Questa estensione rappresenta molto…
Commenti

USA, Trump presidente e ora?

Per questa sezione scrissi un pezzo in cui elencavo le ragioni secondo le quali, per me, avrebbe vinto Hillary Clinton. Evidentemente mi sbagliavo. Hillary ha preso più voti sì, ma per il sistema dei grandi elettori a spuntarla è stata il tycoon new yorchese. I più grandi istituti di ricerca e sondaggi, come la Real Clear Politics e il New…
Commenti

Articoli

Il blogger segreto che ha divulgato gli orrori di Mosul si racconta

Dal giugno 2014, un blogger di Mosul, di professione storico, ha raccontato la vita quotidiana degli abitanti della città. Con l’avvicinarsi delle truppe irachene, le sue storie si sono tinte di speranza, ma hanno riflesso anche i timori della popolazione locale assoggettata al dominio dello Stato islamico PERUGIA – Dal suo blog con lo pseudonimo di Mosul eye, “l’occhio di…
Commenti

Scandalo Cambridge Analytica, in molti lasciano Facebook ma non è così facile

Dopo lo scandalo delle rivelazioni sull’utilizzo dei dati di milioni di utenti del social, numerose persone vogliono lasciare l’applicazione, in pratica però l’operazione è più complessa di quanto si possa pensare CALIFORNIA – “Una tempesta battezzata #deleteFacebook si prepara […] su Twitter e ironia della sorte, ugualmente su Facebook”, riporta il Washington Post qualche giorno dopo l’inizio della tempesta Cambrige…
Commenti

Stampa russa: quando gli occidentali lo prendono in giro, Putin si impone

Rieletto il 18 marzo con un risultato schiacciante, Putin può godere di una confortevole legittimità per condurre il suo paese. Gli esperti parlano di una nuova era di autoritarismo, di nuovi confronti per lo scenario internazionale MOSCA – Putin ha largamente vinto le elezioni, come previsto. Il presidente russo guiderà il paese fino al 2024, altri sei anni. Durante le…
Commenti

Ghouta: il regime siriano avanza in una situazione umana drammatica

Le forze del regime siriano hanno proseguito lunedì con la loro progressione nell’enclave ribelle assediato nel Ghouta orientale, in particolare nelle due città dell’ovest, nei pressi di Damasco GHOUTA – L’offensiva del regime siriano che mira a riconquistare l’integralità dell’ultimo bastione ribelle nella periferia della capitale, ha provocato la morte di 1 144 persone, di cui 240 bambini e più…
Commenti

USA: Donald Trump contro l’FBI sul caso Russia Gate

ll braccio di ferro prosegue tra il procuratore speciale e il presidente che vuole decisamente imporsi. La sua tattica consiste nello screditare gli investigatori e gli ex responsabili del dipartimento della Giustizia e dell’FBI WASHINGTON DC – Il presidente Americano Donald Trump ha messo in causa l’integrità dei più alti rappresentanti della Giustizia e dell’FBI. Si è così attirato (inevitabilmente)…
Commenti
Pagina 1 di 17712345...102030...Ultima »