Benedetto XVI: Lo Spirito Santo porta Verità ed Unità nei popoli

di Enrico Ferdinandi

Roma. Papa Benedetto XVI in occasione dell’omelia di Pentecoste a San Pietro ha ricordato che essere cristiani vuol dire prima di tutto esser consapevoli fin dal primo istante che lo Spirito Santo è alla base delle fondamenta della Chiesa. Secondo il Papa difatti non dovremmo mai scordare che la Chiesa deve essere un punto di riferimento per tutti i popoli e non deve mai escludere nessuno, deve esser in grado di abbracciare tutti i popoli, solo così il mondo può migliorare sotto la guida dei dogmi cristiani.

C’è quindi in special modo in questo periodo storico che stiamo vivendo la necessità di superare le frontiere di razza, classe, nazione per favorire l’unione fra gli uomini e poter vivere in un mondo migliore. Queste le parole del Santo Padre: “La Chiesa non nasce solo dalla volonta umana ma e’ animata dallo Spirito Santo: se non fosse così, già da tempo si sarebbe estinta”.
“La Chiesa deve quindi essere -continua Benedetto XVI- aperta a tutti, fin dal primo momento, perché fin dal primo istante lo Spirito Santo l’ha creata come la Chiesa di tutti i popoli; essa abbraccia il mondo intero, supera tutte le frontiere di razza, classe, nazione; abbatte tutte le barriere e unisce gli uomini nella professione del Dio uno e trino”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook