Presto il Conclave, tutti i 115 cardinali sono presenti: 20 in pole position

Fissata per lunedì 11 marzo la Messa pro eligendo che precede il Conclave per l’elezione del nuovo Pontefice.

Dopo che il 28 febbraio alle ore 20 il Papa Benedetto XVI ha abdicato  è iniziato per lui un nuovo inedito ruolo di Papa emerito. Subito dopo la  Congregazione Generale ha predisposto la logistica per  l’accoglienza dei 115  giunti a Roma, e ora tutto è pronto per l’elezione del nuovo pontefice.
La basilica di San Pietro è stata prenotata per il pomeriggio di lunedì 11 marzo per una messa «pro-eligendo Romano Pontefice», la messa che precede l’ingresso dei cardinali nel Conclave. Questa dunque una conferma indiretta che il Conclave potrebbe iniziare lunedì sera anche se manca ancora una conferma ufficiale.
Nessuna decisione  ufficiale è stata però ancora presa alla riunione di ieri dei cardinali ma già da oggi saranno presenti a Roma tutti i 115 cardinali elettori e quindi potrebbe essere ufficializzata la data dell’11 marzo.
Il Conclave si svolgerà nella Cappella Sistina e i cardinali alloggeranno nel pensionato Santa Marta, struttura voluta da Papa Giovanni Paolo II nel 1996,in cui l’assegnazione delle stanze avverrà per sorteggio. Mentre in un’ala separata dell’edificio si sistemeranno due medici e alcune suore incaricate di preparare i pasti e il personale di servizio.
Gli ultimi arrivati sono il cardinale di Varsavia, il polacco Kazimierz Nycze, il 74enne cardinale cinese, vescovo di Hong Kong, John Tong Hon di Hon e il cardinale del Vietnam Jean-Baptiste Pham Minn-Ma. Confermata anche la presenza il cardinale tedesco Karl Lehmann.
L’anticipo non è stato molto gradito ai cardinali stranieri, sopratutto quelli americani, perchè vorrebbero discutere della situazione della Chiesa e specificatamente della  Curia Romana. Molti di loro sono preoccupati perchè se si taglia il tempo per la discussione ed il discernimento, probabilmente si allungherà quello del  conclave.
Stretto il riserbo da parte dei cardinali, che evitano i giornalisti, usando ingressi diversi dal cancello del Petriano, abitualmente punto d’attesa per la stampa.
Quindi, come annunciato dal portavoce vaticano, padre Federico Lombardi,  le riunioni cardinalizie di oggi probabilmente porterebbero alla decisione di entrare nella Cappella Sistina, dove già sono state già posizionate le due stufe per le tradizionali fumate.
Questi i nomi dei primi 20 Cardinali in Pole Position:
WUERL Donald William, 12.11.1940, Usa; SCOLA Angelo, 07.11.1941, Italia; RAVASI Gianfranco, 18.10.1942, Italia; RODRIGUEZ MARADIAGA Oscar Andres, 29.12.1942, Honduras; BAGNASCO Angelo, 14.01.1943, Italia; SANDRI Leonardo, 18.11.1943, Argentina; ONAIYEKAN John Olorunfemi, 29.01.1944, Nigeria; OUELLET Marc, 08.06.1944, Canada; O’MALLEY Sean Patrick, 29.06.1944, Usa; PIACENZA Mauro, 15.09.1944, Italia; SCHOENBORN Christoph, 22.01,1945, Austria; BETORI Giuseppe, 25.02.1947, Italia; BURKE Raymond Leo, 30.06.1948, Usa; TURKSON Peter Kodwo Appiah, 11.10.1948, Ghana; ROBLES ORTEGA Francisco, 02.03.1949, Messico; SCHERER Odilo Pedro, 21.09.1949, Brasile; DOLAN Timothy Michael, 06.02.1950, Usa; KOCH Kurt, 15.03.1950, Svizzera, ERDO Peter, 25.06.1952, Ungheria; TAGLE Luis Antonio, 21.06.1957, Filippine — con Cardinale Luis Antonio Chico Tagle.

Sebastiano Di Mauro
7 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook