Genova: Comune-Legambiente-Azzeroco2 puntano sulle rinnovabili

Sostenibilità a costo zero. Da Genova il volto democratico della green economy. A convergere nei “Gruppi di acquisto Solare” (GAS) saranno infatti famiglie e imprese disposte a scommettere sul binomio risparmio energetico / fonti alternative, per concorre alla definizione partecipativa dell’impronta ecologica cittadina. È quanto contenuto nel progetto “Il Sole per Tutti”, l’intesa siglata, nell’ambito del  “Patto dei Sindaci”, tra Comune di Genova, Legambiente e Azzeroco2 che si concentra sull’aumento dell’efficienza energetica mediante l’utilizzo di risorse rinnovabili.

Da consumatori a produttori, ecco cosa cambia. Chi aderirà all’iniziativa riceverà, senza alcun investimento iniziale,  i pannelli (7-10mila euro) direttamente dall’azienda che eroga energia elettrica, la famiglia poi ammortizzerà la spesa vendendo la propria energia prodotta. Intensa l’aspettativa riposta dall’amministrazione municipale. “Sarà un’azione fondamentale del Piano di azione per l’energia sostenibile del Comune di Genova – annuncia  l’assessore comunale all’Ambiente Pinuccia Montanari– e per il Patto dei sindaci”. Mentre Santo Grammatico,  Presidente di Legambiente Liguria, pone l’attenzione sulla centralità democratica dell’esperienza: “I cittadini potranno diventare protagonisti dell’energia pulita e gestori autonomi dei lori impianti”.
E Franco Montagnani, rappresentate del direttivo di Legambiente, gettandosi oltre le difficoltà del debutto, rivolge lo sguardo al futuro, all’enorme potenziale di crescita. “Per ora stiamo guardando ai territori poco abitati  perché le soluzioni urbanistiche nei condomini sono più complesse, ma è proprio questo il nostro obbiettivo, cercare di coinvolgere più persone possibili”.

di Iacopo Bernardini

23 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook