Roma: primo storico incontro tra Obama e Papa Francesco

Roma: primo storico incontro tra Obama e Papa Francesco

Il sovrano pontefice ha ricevuto questa mattina il 44° Presidente degli Stati Uniti. Lo storico incontro è stato sostanzialmente concentrato sulla lotta contro le disuguaglianze.

1654014_10152316691246151_1127430093_nPapa Francesco è stato eletto poco più di un anno fa: da allora, ha ricevuto numerosi capi di Stato e altri dirigenti del mondo intero. Tuttavia, il pontefice non ha mai ricevuto Barack Obama che questa mattina è stato accolto nel Vaticano.

Al suo arrivo, Barack Obama (senza Michelle di ritorno da una visita diplomatica in Cina) con la sua delegazione, compreso il Segretario di Stato John Kerry, è stato condotto nella biblioteca apostolica. “Thank You, Thank You”, ha detto il Presidente Americano al Papa dichiarandogli di essere “un suo grande ammiratore”. Sorridente, Papa Francesco gli ha risposto “Benvenuto Mister President”.

In un’intervista concessa al Corriere della Sera pubblicata oggi, il capo di Stato Americano spiega di voler ascoltare il papa “il cui pensiero è prezioso per comprendere la sfida alla povertà”. Secondo la Casa Bianca, Obama ha discusso con Francesco della loro lotta contro le disuguaglianze anche se era previsto una finestra sulla politica internazionale: in effetti, i due uomini hanno anche inevitabilmente discusso della crisi nel Medio Oriente, in Africa e in particolar modo della situazione in Centrafrica, di ambiente e anche di immigrazione tra America latina e America del Nord.

Nell’intervista concessa al quotidiano italiano, Obama di confessione protestante, ha stimato che “l’autorità morale considerevole” di Papa Francesco, conferisce più peso agli appelli volti al riequilibrio tra coloro che approfittano della mondializzazione e coloro che la patiscono. “Negli Stati Uniti, assistiamo da diversi decenni all’aumento della distanza tra i cittadini sempre più ricchi e il cittadino medio”, ha aggiunto Obama. “Questo non è l’unico problema degli Stati Uniti, è quello del mondo intero, e non è solo un problema economico, è una questione morale”, ha certificato Obama.

Oggi è la seconda volta che Barack Obama si reca al Vaticano, dopo l’udienza che gli aveva accordato Benedetto VXI nel luglio del 2009 e la 28° visita di un Presidente Americano in Vaticano dopo Woodrow Wilson nel 1919.

di Manuel Giannantonio

([email protected])
27 Marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook