Rene in vendita per curare Fabio Graziano. Lo annuncia la fidanzata su face Book

Rene in vendita per curare Fabio Graziano. Lo annuncia la fidanzata su face Book

fabio-e-paola-buonoÈ stato travolto da un furgone che procedeva contromano e da quel giorno Fabio Graziano, il poliziotto di 32 anni, investito lo scorso 7 settembre a Riviera di Chiaia non ha più ripreso coscienza.
Ora, dopo 4 mesi vissuti dalla famiglia con grande angoscia, per Fabio si apre uno spiraglio di speranza, per una vita fuori dalle mura dell’ospedale.
Questa speranza darebbe a Fabio una possibilità, ma servono  97mila euro. Tanto costa il ricovero di almeno 6 mesi nel centro neuroriabilitativo migliore d’Europa, diretto dal primario Leopold Saltuari che ha recentemente visitato Fabio.
La cifra è troppo alta per essere affrontata dalla famiglia, ma chi lo ama è disposto anche a vendere un rene. Questo è il drammatico appello, scritto da Paola Volpe, compagna di Fabio e suo grande amore, che dalla pagina Facebook “Fabio: tutto ha un senso” lancia un s.o.s. per raccogliere i soldi necessari alle cure mediche nel centro specializzato di Innsbruck. La maratona ha inizio.
Poi Paola Volpe annuncia: “Giuro che farò di tutto per portarlo ad Innsbruck, sono pronta a vendere pezzi del mio corpo, lui non esiterebbe per me. Senza un rene si vive ma senza aria no e Fabio è la mia aria».
“Italia Vera”, un movimento che tutela il diritto delle persone, ha sposato la causa e ha versato 100 euro. Barbara Benedettelli, Presidente dell’Associazione,  in merito ha detto: “Una piccola cifra, oltre non ci è possibile andare, ma crediamo che se ognuno versasse anche solo 1 euro, e lo facessero in migliaia, Fabio potrebbe avere un’opportunità in più di tornare a vivere! Aggiungendo: “”E’ un momento difficile per tutti gli italiani che sono costretti a fare i conti anche con un solo euro. Ma chi può dia il suo contributo. Di fronte a cose come queste, causate per di più da un fenomeno che ancora fatichiamo a riconoscere come crimine, dobbiamo cercare di essere uniti. Siamo tutti utenti della strada. E’ capitato a Fabio, ma potrebbe capitare a chiunque

Chiunque volesse aiutare Fabio e Paola, può versare un contributo:

Conto corrente presso  Cariparma Piazza Medaglie D’Oro agenzia 10 Napoli Titolare: Graziano Fabio
IBAN: IT44B 06230 03557 0000 56638771
BIC/SWIFT CRPPIT2P527
Causale: CURE INNSBRUCK
Paypall:
https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=ZCMK6QHPJFVNC&lc=UY&item_name=Fabio%3A+tutto+ha+un+senso&currency_code=USD&bn=PP-DonationsBF%3Abtn_donateCC_LG.gif%3ANonHosted

REDAZIONE
14 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook
  • marco

    E’ uno scandalo che nonostante le tasse che paghiamo in Italia tale cura non sia fornita o pagata dal sistema nazionale, anche se si svolge all’estero (in Europa, tra l’altro!).